• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Orobie, soccorso in notturna sul Pizzo dei Tre Signori

Intervento-al-Pizzo-Tre-Signori-Photo-facebook-Soccorso-alpino-Lombardo-225x300.jpg
Intervento al Pizzo Tre Signori (Photo facebook Soccorso alpino Lombardo)
Intervento al Pizzo Tre Signori (Photo facebook Soccorso alpino Lombardo)

ORNICA, Bergamo – Si è concluso questa mattina l’intervento di soccorso dell’alpinista bloccato ieri nella zona del Pizzo dei Tre Signori. L’uomo si trovava a oltre 2400 metri: i soccorritori hanno operato sempre in notturna sulla montagna, su cui a quella quota è presente molta neve.

L’operazione è stata svolta dai tecnici delle tre Delegazioni lombarde del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico, la VI Orobica, la VII Valtellina – Valchiavenna e l’XIX Lariana, che hanno portato in salvo l’alpinista. L’allarme era scattato ieri sera: l’uomo si trovava insieme a due amici sul Pizzo Tre Signori, nota cima orobica alta 2.554 metri posta al confine tra le tre province di Sondrio, Lecco e Bergamo. I tre si erano divisi e avevano concordato di ritrovarsi più tardi. Sono stati loro che, non vedendolo rientrare, hanno chiesto aiuto.

Il ritrovamento è avvenuto poco prima di mezzanotte in località Bocchetta d’Inferno. L’uomo, 51 anni, residente a Nembro, è stato subito coperto e messo in sicurezza, poi trasportato con la barella Sked dai tecnici. I soccorritori sono scesi con gli sci fino alla diga D’Inferno, che dista circa due ore e mezza dalla cima.

L’elicottero della Rega, la Guardia aerea svizzera di soccorso, ha poi trasportato l’uomo, che è sempre rimasto cosciente, in ospedale.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. è intervernuta la REGA! hanno i visori notturni? possibile che il personale del soccorso alpino italiano debbano subire questo affronto! cosa aspettano le regioni è il governo nazionale a farsì, che anche i nostri intervengano in notturna con gli elicotteri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.