News

Baselayer: Helly Hansen rivoluziona il mercato con una nuova tecnologia

7_INSIDE_THE_CABIN_0390 (1)MOSS, Norvegia — Negli anni ’70, Helly Hansen ha rivoluzionato l’industria dell’outdoor con l’introduzione del primo baselayer tecnico al mondo realizzato in un materiale brevettato chiamato Lifa® Stay Dry. La collezione Fall Winter 2014 di Helly Hansen introduce delle novità importanti nel baselayer, arricchitda innovazioni che permettono di rimanere sempre asciutti. Si tratta del “Lifa® Flow”, un approccio del tutto innovativo alla gestione dell’umidità e della temperatura corporea. Un vero passo avanti nelle prestazioni che unisce eccellenti tecnologie studiate da Helly Hansen come l’H2Flow™, tecnologia che regola la temperatura, l’Helly Tech® che rende i tessuti impermeabili e traspiranti, la Lifa® che rende le fibre idrofobiche e il principio dei tre strati.

Il HH Warm Flow FZ Hoodie, HH Worm Flow collo alto ½ Zip e LS Active Flow LS con il fit sia maschile che femminile, sono stati creati con la rivoluzionaria tecnologia. Ciascun dei modelli sopra indicati ha una costruzione che potenzia l’abilità delle fibre Lifa® di tenere la pelle asciutta, canalizzando rapidamente l’umidità lontano dal corpo, mandandola nello strato successivo. La pelle asciutta è fondamentale per mantenere il corpo nel suo confort più totale senza compromettere l’attività e con qualsiasi condizione atmosferica. Questa costruzione visibilmente muove il sudore dalla pelle più velocemente rispetto agli altri baselayer sintetici e naturali che sono tutt’oggi sul mercato.

“La gestione dell’umidità è alla base del comfort e della conseguente prestazione fisica quando si fa un’attività molto intensa”, dice Kristoffer Ulriksen, category manager dei baselayer Helly Hansen. “La nostra tecnologia Lifa® Flow che fa diventare il tessuto velocemente asciutto è la continuazione del pluripremiato concetto H2Flow™ che regola la temperatura in modo meccanico.”

Lifa® Flow raggiunge questi risultati nei baselayer HH® Warm and HH® quando si osserva la parte interna. Il nuovo design permette all’umidità di uscire rapidamente nello strato più esterno del baselayer fatto di lana oppure di poliestere. Il risultato: la pelle sta asciutta e non ci sono problemi durante l’attività anche se essa è intensa e la temperatura del corpo degli atleti è sempre ottimale in una moltitudine di condizioni differenti. Vari i prodotti con questa tecnologia, dai 45 ai 120 euro.

Fondata a Moss, in Norvegia, nel 1877, da allora Helly Hansen continua a proteggere i professionisti che lavorano nei mari e sulle montagne in ogni parte del globo. I prodotti Helly Hansen, connubio tra il design scandinavo e l’esperienza nelle condizioni più estreme, aiutano quotidianamente chi affronta gli elementi della natura a svolgere con fiducia la propria attività. Helly Hansen ha inventato i primi indumenti da lavoro impermeabili oltre 130 anni fa, il primo tessuto in pile nel 1960 e il primo intimo tecnico nel 1970, con la Lifa® Stay Dry Technology™. Oggi Helly Hansen fornisce le uniformi per gli operatori e le guide di montagna di oltre 60 comprensori sciistici nel mondo e 33000 operatorie della montagna. L’abbigliamento protettivo, l’intimo tecnico, lo sportswear e il footwear Helly Hansen per gli sport invernali, l’outdoor e la vela sono venduti in oltre 40 nazioni.

Per approfondire la conoscenza delle più recenti collezioni Helly Hansen visitate: www.hellyhansen.com.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close