Cronaca

Bloccato in grotta da malore, oltre 12 ore di intervento per recuperarlo

L'intervento nella grotta Schiaparelli (Photo courtesy of Cnsas Lombardia)
L’intervento nella grotta Schiaparelli (Photo courtesy of Cnsas Lombardia)

VARESE — Sono durate più di 12 ore le operazioni nella grotta Giovanni Virginio Schiaparelli per soccorrere uno speleologo, rimasto bloccato sabato sera a meno 200 metri a causa di un malore. Un medico e i soccorritori sono scesi durante la notte per prestargli le prime cure. Una volta stabilizzato, è iniziato l’intervento di recupero, conclusosi nel primo pomeriggio di ieri.

Secondo quanto riportano i comunicati stampa emessi dal Soccorso Alpino e Speleologico Lombardo, sabato pomeriggio un gruppo di amici speleologi aveva deciso di esplorare la grotta Giovanni Virginio Schiaparelli. L’ingresso è situato a 1115 metri di quota lungo il versante meridionale di Campo dei Fiori (1227 metri), massiccio montuoso che sorge a nord della città di Varese.

L'intervento nella grotta Schiaparelli (Photo courtesy of Cnsas Lombardia)
L’intervento nella grotta Schiaparelli (Photo courtesy of Cnsas Lombardia)

Arrivati in prossimità del campo base, allestito a meno 400 metri di quota, alcuni speleologi hanno deciso di risalire verso l’ingresso. Arrivati però nel Salone Galileo, a meno 200 metri, uno di loro ha accusato un malore. Uno dei compagni è rimasto con l’uomo, mentre gli altri compagni hanno cercato di raggiungere il più velocemente possibile l’uscita per dare l’allarme.

Poco dopo l’una di notte il Soccorso Alpino e Speleologico Lombardo è stato mobilitato e sul posto sono giunti i tecnici ed il medico specializzato in soccorso in grotta della IX Delegazione di Soccorso Speleologico e i tecnici di soccorso alpino della XIX Delegazione Lariana.

Una squadra ha accompagnato il medico nella discesa per raggiungere e stabilizzare lo speleologo a meno 200 metri di quota, mentre gli altri soccorritori hanno iniziato a lavorare negli ambienti superiori della grotta per predisporre le operazioni di recupero. Una volta raggiunto e medicalizzato, è stato predisposto il recupero su corda dell’infortunato lungo i pozzi, le strettoie ed i meandri della Schiaparelli.

L'intervento nella grotta Schiaparelli (Photo courtesy of Cnsas Lombardia)
L’intervento nella grotta Schiaparelli (Photo courtesy of Cnsas Lombardia)

L’uomo è stato seguito in tutte le fasi dalla speciale equipe medica che lo ha tenuto sempre sotto stretto controllo sanitario fino all’ingresso della grotta. Lo speleologo è stato estratto attorno alle 14 di ieri ed è stato affidato ai sanitari del 118 che lo attendevano con un’ambulanza in prossimità dell’uscita.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close