• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Film

Sul Filo, nelle sale il docu-film sul Soccorso Alpino Valdostano

10472792_261921163932248_2053854987232227598_o-300x225.jpg
Durante le riprese di Sul Filo (Photo courtesy of Sul Filo-Pagina Facebook)
Durante le riprese di Sul Filo (Photo courtesy of Sul Filo-Pagina Facebook)

TORINO — Un medico anestesista-rianimatore e due guide alpine, ma soprattutto tre componenti del Soccorso Alpino Valdostano. Sono loro i protagonisti di “Sul Filo”, film e documentario che segue le loro vicende per due stagioni proiettato in anteprima ieri sera a Torino. La pellicola sarà diffusa unicamente al cinema e nei prossimi mesi farà tappa in altre città italiane.

“Sul Filo è sì un documentario sul Soccorso Alpino Valdostano ma è soprattutto un film sull’esistenza e sulle scelte. Seguiamo, per due stagioni (inverno/estate), tre vite ordinarie pronte ogni giorno a qualcosa di straordinario, tre angeli custodi che navigano a bordo di un elicottero, semplicemente a prestare soccorso. Oltre il rumore dell’urgenza, il film racconta una scelta radicale, quella di Silvia, medico anestesista-rianimatore dell’urgenza, composta ogni istante sul filo della vita, dell’attesa, della solitudine.”

Queste le parole utilizzate per descrivere e presentare Sul Filo, proiettato in anteprima ieri sera al cinema Cinema Ambrosio di Torino. Il regista, Joseph Péaquin, ha seguito un medico anestesista-rianimatore e due guide alpine del Soccorso Alpino Valdostano, realizzando un film-documentario con il sostegno del Bando Doc Film Fund di Film Commission Valle d’Aosta.

Il film è stato acquistato dalla Cineteca Nazionale del Club Alpino Italiano (CAI) e sarà proiettato unicamente al cinema. Nei prossimi mesi le proiezioni si susseguiranno in altre città italiane, ma non è ancora stato definito un calendario ufficiale.

Link: Sul Filo-Pagina Facebook

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Spero di avere l’opportunità di vederlo. Le due serie a tema trasmesse in TV hanno riscosso il meritato successo. Senza eccessiva enfasi, ma con la giusta tensione emotiva, sono state raccontate tutte le fasi del soccorso, anche le cure mediche. Spero il film segua la stessa linea.
    Vorrei che imparassimo una volta per tutte a considerare queste persone (soccorritori e medici) come gli unici “angeli” in grado di salvare vite umane. La provvidenza è una terribile illusione umana. Solo con la ricerca scientifica e la preparazione professionale legate a passione e solidarietà si può salvare la vita a una persona. Dio non salva le persone.
    Ma perchè solo al cinema? Spero solo all’inizio, poi dateci almeno il download a pagamento. Voglio dire che ben vengano i contributi pubblici per questo tipo di film.

  2. Sono assolutamente d’accordo con Diego.
    La serie televisiva l’ho seguita con la sensibilita e passione di chi frequenta da anni la montagna, ben conoscendo l’abnegazione di coloro che assolvono con competenza questo compito.
    Spero anch’io di poter vedere questo film o meglio ancora di poterlo scaricare a pagamento magari dalla nota piattaforma televisiva, dove un film di questo tipo farebbe solo bene alla montagna. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.