AlpinismoAlta quota

Kangchenjunga: Urubko da solo in cima da nord, alpinisti al base da sud

Denis Urubko al Kangchenjunga Nord (Photo facebook Denis Urubko)
Denis Urubko al Kangchenjunga Nord (Photo facebook Denis Urubko)

UPDATED (16.30) – KATHMANDU, Nepal – Era da solo questa mattina Denis Urubko in cima al Kangchenjunga da nord: secondo le ultime informazioni l’alpinista ha raggiunto la vetta alle 9.40 ora locale. Attualmente si trova al campo 1 insieme ai suoi compagni di spedizione, con cui domani tornerà al campo base. Sul versante sud sono invece già tornati al base Marco Confortola e Marco Camandon, l’unico del gruppo ad aver toccato la cima domenica 18 maggio.

Nella giornata di ieri sul versante settentrionale del Kangchenjunga il gruppo di Denis Urubko si era diviso nella salita: Adam Bielecki, Alex Txikon e Dmitri Sinev hanno portato avanti un attacco di vetta durato in totale 22 ore, che li ha visti fermarsi a quota 8350 metri. A meno di 250 metri dalla cima l’ora era ormai tarda e gli alpinisti erano troppo stanchi, così i 3 hanno deciso per il dietrofront: sono tornati a campo 4 dove già li aspettavano Urubko e Artem Braun. I due infatti, avevano rinunciato a salire ieri, e si trovavano all’ultimo campo.

Non era chiaro a quel punto come sarebbero andate le cose il giorno dopo, vale a dire oggi, perché alcuni post pubblicati sulle pagine facebook degli alpinisti prospettavano per oggi un rientro al campo base, altri un nuovo tentativo. Alla fine questa mattina Urubko ha dato l’annuncio della vittoria: alle 9.40 ora locale era in cima al Kangche, naturalmente senza ossigeno, e al momento del messaggio (circa le 9.30 ora italiane) si trovava a campo 4, con l’intenzione di scendere fino al campo 3 per fermarsi a dormire.

Poco fa un nuovo messaggio pubblicato sulla sua pagina facebook annunciava che era arrivato a campo 1, dove aveva trovato i compagni. “Siamo tutti a campo 1 – ha detto Urubko -. SIamo stanchi ma molto felici. In cima ero da solo perchè il trio (Bielecki, Txikon e Sinev) era stanco e le previsioni meteo non buone. Domani campo base”.

Nel frattempo sul versante sud gli alpinisti sono già rientrati al campo base e cominciano ad arrivare maggiori informazioni sulla giornata di ieri che ha visto in cima all’8000 dalla via normale Carlos Soria e Marco Camandona. Marco Confortola ha dormito a campo 3 dopo aver rinunciato alla vetta.

“Marco ha raggiunto 8350 metri – scriveva in un primo messaggio il suo staff -. Ha detto che gli mancava un soffio. Dice che ha sbagliato lui partendo in ritardo e che un dolore alla costola per una botta presa la scorsa settimana a cui non ha fatto troppo caso, non gli ha dato tregua.”

Ora l’alpinista valtellinese è arrivato al campo base, così come Camandona che ieri ha invece dormito a campo 2. Sul blog di quest’ultimo si legge che Emrik Favre ha rinunciato a 7800 metri, mentre Francois Cazzanelli a 7600.

Tags

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Questa mattina il tgr regionale del FVG ha dato la notizia dell’arrivo in vetta al Kanche di Nives Meroi e Romano Benet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close