Turismo

In Alto Adige “la lunga notte dei musei”

immagine

BOLZANO — Una notte in cui la storia dell’Alto Adige prenderà vita, animata da musica, balli e cantastorie. Le antiche meraviglie conservate nei musei saranno protagoniste di vasto programma di attività, in cui grandi e piccoli potranno riscoprire le loro radici.

La magia prenderà vita la notte del 22 settembre. I 27 musei, dislocati tra la Val Venosta, la Val Pusteria, l’Alta Val d’Isarco e l’Oltradige, rimarrano aperti fino a tarda sera, alcuni fino a mezzanotte, per guidare i visitatori in un antico passato da custodire. Tra musiche e danze, si potrà assistere anche alla fusione del rame e ad altri lavori artigianali della tradizione locale.
 
Cantastorie narreranno le antiche leggende tirolesi, popolate di streghe, maghe e veggenti, di nani e principesse, di palazzi incantati e misteriosi sotterranei. I bambini, inoltre, potranno partecipare a laboratori interattivi di ceramica, di bricolage e di pittura.
 
Ad accompagnare il tutto, verrano offerti ai visitatori le specialità gastronomiche della regione, un’attrazione imperdibile per i più golosi.
 
 
 
 
Candida Cereda

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close