Cronaca

Cadono per 600 metri sul Gran Sasso, feriti 3 scialpinisti

Intervento via aerea del Soccorso Alpino (Photo courtesy of Cnsas)
Intervento via aerea del Soccorso Alpino (Photo courtesy of Cnsas)

L’AQUILA — Tragedia sfiorata ieri sul Gran Sasso: tre scialpinisti sono infatti rimasti feriti in seguito ad una caduta di 600 metri dal massiccio appenninico. Dalle prime ricostruzioni pare che la causa dell’incidente sia stata un tratto ghiacciato.

Secondo quanto riportano Ansa e i maggiori quotidiani nazionali, un gruppo del Club Alpino Italiano composto da otto persone, cinque marchigiani e tre laziali, aveva organizzato un’escursione sul Gran Sasso per il weekend. Gli scialpinisti avevano pernottato per la notte a Campo Imperatore e ieri mattina sono partiti verso la vetta.

A circa 2300 metri di quota, tra il rifugio Duca degli Abruzzi (2388 metri) e l’itinerario chiamato Scontrone, uno degli scialpinisti è scivolato, sembra a causa di un tratto ghiacciato. Poco dopo un secondo scialpinista è scivolato a sua volta, travolgendo uno dei compagni.

Un elicottero del 118 con a bordo un tecnico del Soccorso Alpino ha individuato i tre in fondo ad un canalone a circa 1700 metri di quota. Recuperati con un verricello, i feriti sono stati trasportati in ospedale. Nessuno di loro sarebbe in pericolo di vita, ma uno degli uomini avrebbe riportato traumi piuttosto seri e la frattura di alcune costole.

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Riporto alcune precisazioni: i feriti sono stati 2 e non tre. Non stavano salendo verso la vetta ma scendevano dal rif. Duca d. Abruzzi verso la staz. sup. della funivia causa vento in cresta. Lo scialpinista che è scivolato ha travolto un compagno che era più in basso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close