News

Stelle cadenti rimandate al 13 agosto

immagine

BERGAMO — Le stelle cadenti sono in ritardo. Nella tradizionale notte di San Lorenzo il cielo sarà sgombro. Lo spettacolare appuntamento è rimandato a quella tra domenica e lunedì. Avete quindi un paio di giorni per organizzarvi e scappare in montagna: da lì il cielo si vede molto meglio: più stelle cadenti più desideri!

Sono ormai alcuni anni che il 10 agosto, notte di San Lorenzo, sconfessa la tradizione e lascia a bocca asciutta i cacciatori di stella cadenti. Ultimamente infatti, l’appuntamento con le meteore luminose slitta sempre di qualche giorno, e quest’anno non sarà da meno.
 
Dal punto di vista scientifico la spiegazione è chiara. Le stelle cadenti sono piccoli detriti che si staccano dalla cometa Swif-Tuttle e che, quando entrano nell’atmosfera terrestre, prendono fuoco. Da alcuni anni però, l’orbita della cometa si è spostata più avanti e incontra quella della terra un paio di giorni più tardi. Per questo, le stelle cadenti compaiono dopo.
 
Quest’anno è una fortuna che l’appuntamento sia spostato al 13 agosto. In quella notte infatti, ci sarà la luna nuova: il cielo più scuro permetterà una maggiore visibilità delle stelle.
 
L’assenza del chiarore lunare sarà però di scarso aiuto se resterete in città. L’inquinamento luminoso infatti, copre completamente il cielo, e rende molto difficile vedere le stelle. Per questo sono sempre più numerosi quelli che lasciano i centri urbani e si rifugiano ad alta quota per assistere allo spettacolo. Qui il cielo, neanche a dirlo, è tutta un’altra storia.
 
Lo sanno bene in Trentino, dove è stato persino organizzato un tour per rifugi a caccia di stelle. "Le stelle d’alta quota" è l’inizativa promossa dal Museo Tridentino di Scienze Naturali e dalla Società degli Alpinisti Tridentini: una rassegna di incontri in alcuni rifugi della SAT (Società degli Alpinisti Tridentini), duranti i quali osservare il cielo con l’aiuto di esperti.
 
Gli incontri sono inziati a giugno e continuano fino al 22 agosto. Per la grande notte del 13 l’appuntamento è alle 21 al rifugio Carè Alto "D.Ongari", sull’Adamello, a 2459 metri d’altezza. Altre serate sono previste fino alla fine del mese: anche senza stelle cadenti, il cielo in montagna è sempre uno spettacolo.
 
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close