News

Rimpicciolito il Parco del Gran Paradiso

immagine

TORINO — Il parco nazionale del Gran Paradiso ridefinisce i suoi confini e si fa più piccolo. La decisione è stata approvata dal Consiglio direttivo dell’Ente, che ha accolto le richieste di alcuni Comuni della Val d’Aosta e del Piemonte.

Il parco del Gran Paradiso è il più antico d’Italia, e una delle zone più belle del nostro Paese. Si estende a cavallo delle regioni Valle d’Aosta e Piemonte e copre una superficie di 70.318 ettari. O meglio, copriva.
  
L’ente che gestisce il parco infatti, ha deciso di rimpicciolire l’area protetta del Gran Paradiso. Niente paura però: la riduzione sarà solo di 47 ettari, pari allo 0,07 per cento dei 70mila ettari complessivi.
 
Il provvedimento nasce a seguito delle richieste di modifica avanzate da alcuni Comuni della zona: Introd, Aymavilles, Cogne, Champorcher, della Val d’Aosta, e Ceresole Reale, Noasca, Locana e Ronco Canavese, del Piemonte.
 
 
 
Valentina d’Angella
 
 
 
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close