Cronaca

Seracco uccide 3 alpinisti

immagine

CHAMONIX, Francia — E’ davvero un’estate nera per le montagne dell’Alta Savoia. Pochi giorni dopo la tragica scomparsa di una cordata tedesca sul Monte Bianco, tre alpinisti francesi hanno trovato la morte sulle pedici del Dome Des Ecrins. A ucciderli, il crollo di un enorme seracco. 

L’incidente è avvenuto ieri a circa 3.500 metri di quota. La cordata è stata travolta da una cascata di blocchi di ghiaccio mentre percorreva la via normale verso la cima del Dome des Ecrins (4.015 metri).
 
Il seracco è crollato improvvisamente sopra le loro teste, senza dargli via di scampo. Alcune guide alpine che si trovavano a poca distanza hanno fatto scattare immediatamente l’allarme. Ma per i tre alpinisti non c’è stato nulla da fare.
 
L’impatto, violentissimo, è stato fatale per tutti. Il soccorso alpino non ha potuto far altro che recuperare i corpi di due di loro. Il terzo componente della cordata è ancora seppellito sotto metri di ghiaccio e sfasciumi.
 
Le operazioni per recuperare anche il suo cadavere procedono con difficoltà, sia per  il pericolo che crollino altri seracchi sia per il cattivo tempo. Nella notte infatti ha nevicato sopra i 2.200 metri e la nebbia rende difficoltoso il volo degli elicotteri.
 
Con questi tre morti sale a 20 il numero di decessi in alta quota sulle Alpi francesi dall’inizio dell’estate. Il massiccio dell’Ecrins, in particolare, aveva già fatto registrare cinque decessi a fine giugno, causati da una terribile caduta da un pendio ghiacciato in un precipizio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close