News

Vacanze invernali in Alto Adige – Sud Tirolo

montagnaBOLZANO — Il Sud Tirolo, storica terra di confine fortemente contesa e agognata, richiama ogni anno una moltitudine di turisti provenienti da ogni parte del mondo. Le sue meraviglie paesaggistiche e naturali raggiungono le alte vette delle Dolomiti (patrimonio dell’Unesco), che si stagliano maestose, protese verso il cielo e incastonate in un scenario di incredibile bellezza, la stessa che solo madre natura è in grado di ricreare.

L’Alto Adige è meta ambita, capace di offrire sotto molteplici aspetti, vacanze indimenticabili grazie alle bellezze artistiche, paesaggistiche e culturali del luogo. Per gli appassionati di sport (sci, snowboard, pattinaggio, arrampicata etc..) il Sud Tirolo diventa un vero e proprio paradiso terrestre. Gli impianti sportivi offrono più di 1000 chilometri di piste, la maggior parte delle quali si trova ad oltre 1500 metri di altitudine; tra le località sciistiche più note si annoverano: Alta Badia, Carezza, Dolomiti di Sesto-Alta Pusteria, Val Gardena, Alpe di Siusi. Gli impianti sportivi offrono numerosi percorsi sempre nuovi, caratterizzati da un diverso grado di difficoltà ed esperienza; le piste, servite dalle cabinovie, si illuminano anche di notte per offrire agli appassionati l’ebbrezza di scivolare sotto un cielo di migliaia di stelle; giunti in valle gli audaci dello sci notturno si ritroveranno festanti a sorseggiare tazze fumanti di vin brulè.

Non solo sci nell’incantevole terra del Sud Tirolo; gli appassionati di escursioni vivranno momenti indimenticabili a contatto con la natura, alla riscoperta di luoghi incontaminati tra le vie ferrate e le palestre di roccia. Per preparasi ad affrontare un cammino sui tornanti della montagna è necessario conoscere a fondo il percorso da seguire, prendere tutte le informazioni riguardanti le salite e le discese, il terreno, la difficoltà di marcia, il tempo previsto. Gli esperti raccomandano di avventurarsi sempre a passo sicuro e in assenza di vertigini. I neofiti possono partecipare alle escursioni guidate, sotto la stretta sorveglianza di personale preparato e attento. E’ indispensabile l’attrezzatura di sicurezza (casco, imbracatura, kit da scalata, guanti, scarponcini con suola antiscivolo, pantaloni e giacca imbottiti, sacco delle vivande etc..). Alle escursioni più impegnative c’è chi invece preferisce le tranquille passeggiate tra i boschi, sulle rive dei laghi (uno dei più famosi è il lago di Carezza) o nei parchi naturali che costellano la regione.

L’Alto Adige è terra di antiche tradizioni; gli abitanti del luogo conoscono appieno il significato della parola ospitalità. Dopo una lunga passeggiata o un’escursione impegnativa, l’ideale è una bella sosta in uno dei tanti rifugi alpini che si trovano lungo il percorso; ivi è possibile gustare le deliziose specialità del luogo: i prelibati taglieri di salumi e formaggi tipici; le dolcissime insalate di frutta (mele, frutti di bosco, fragole, lamponi) e succulente grigliate di carne bovina; pasti luculliani innaffiati con dell’ottimo vino locale o con la tipica grappa aromatizzata. Tra i vini D.O.C. più rinomati ricordiamo il Lagrein, un rosso corposo di origini antiche (risale al 1500) dal sapore fruttato; Schiava, un vino rosso delicato che profuma di frutti di bosco (con il tipico retrogusto leggermente amaro); Traminer Aromatico, un vino bianco dal colore giallo oro, fresco e leggermente speziato.

Tra i piatti tipici della zona si annoverano i famosi brasati di carne, la pasta sfoglia ripiena, lo strudel di mele. Per una vacanza all’insegna dell’arte e della cultura, tra le mete più ambite è d’obbligo citare il famoso lago di Resia, con il caratteristico campanile che si erge dall’acqua; la località di Appiano in val d’Adige che conta circa 180 castelli e manieri e il Museo Archeologico dell’Alto Adige che espone una delle mummie più famose al mondo: Ötzi “l’uomo venuto dal ghiaccio”.

La linea dei trasporti è caratterizzata da grande efficienza e puntualità. In treno è possibile raggiungere l’Alto Adige percorrendo la linea del Brennero; giungere in auto è abbastanza semplice: si percorre l’autostrada A22 o le strade interne che collegano le numerose località delle vallate altoatesine, ben segnalate e agevolmente scorrevoli. Le linee aeree che sorvolano i cieli del Sud Tirolo atterrano più frequentemente all’aeroporto di Bolzano, altrimenti è possibile atterrare all’aeroporto Valerio Catullo di Verona, a soli 150 chilometri da Bolzano. Sul territorio sono dislocate strutture ricettive di ogni genere: dai rifugi d’alta montagna ai B&B, dagli alberghi a conduzione familiare agli hotel che garantiscono il massimo del confort.

Non resta che cogliere al volo la fantastica possibilità di uno sconto su edreams sul sito incredibili promozioni, proposte vantaggiose ed occasioni imperdibili per soggiorni da sogno in Sud Tirolo.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close