Località di montagnaNews

Valtellina, l'emozione di un volo tra le montagne

In volo da Albaredo per San Marco a Bema - Fly Emotion (Photo Sara D'Aguì)
In volo da Albaredo per San Marco a Bema – Fly Emotion (Photo Sara D’Aguì)

ALBAREDO SAN MARCO, Sondrio — Volare in mezzo ai monti e in piena libertà. Potremmo definirlo un gioco, un’attrazione turistica, una giostra delle montagne: imbragati e assicurati ci si lascia scivolare su un cavo lungo 1 chilometri e mezzo, sospesi a centinaia di metri da terra e raggiungendo la velocità di 110 chilometri orari. Ha aperto due anni fa in bassa Valtellina ed è in assoluto la seconda struttura di questo tipo presente su territorio italiano. Il volo dura un minuto in mezzo: tutto il tempo necessario per guardarsi intorno e scoprire dall’alto il paesaggio della Valle del Bitto compresa tra Albaredo per San Marco e Bema.

Strutture del genere sono poche al mondo: alcune si trovano nel nord America e altre in Europa, in Francia, in Svizzera, Portogallo e Italia. Il nostro paese, infatti, ne conta due. La prima è nata sulle Dolomiti Lucane nel 2007: si chiama “Il volo dell’Angelo” e si effettua tra i paesi di Pietrapertosa e Castelmezzano. La seconda è stata inaugurata sul “fronte opposto” della Penisola, in Bassa Valtellina: si chiama Fly Emotion, è nata nel 2011 ad Albaredo San Marco e da lì arrivano le immagini che vi mostriamo.

Le due strutture sono simili ma utilizzano tecnologie proprie e quindi diverse. Quella valtellinese, che abbiamo visitato, dall’apertura ad oggi ha compiuto 25000 voli, con una media di 20 voli all’ora. Del resto ognuno ha la durata di un minuto e mezzo e ciascun partecipante effettua un’andata e un ritorno. Ci si lancia in estate e in inverno, sotto paesaggi verdi o innevati, con il sole o passando in mezzo alla nuvole. Il più giovane ad aver volato finora aveva 4 anni, il più anziano 87 e questo perchè non è necessaria alcuna preparazione fisica.

Chi partecipa viene assicurato con un particolare imbrago al cavo sospeso, e in base al peso e al vento che soffia in quel momento (calcolato da una stazione meteo con dati aggiornati in tempo reale) viene dotato di una vela. I voli si effettuano singolarmente o in coppia, sempre a seconda del peso del partecipante. La paura passa appena ci si butta: un po’ perchè la velocità non si percepisce, un po’ perchè lo spettacolo lascia davvero mozzafiato.

 

Info www.flyemotion.it

Foto –  Sara D’Aguì

 

[nggallery id=756]

 

 

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close