News

Vesuvio: recuperati i 12 copertoni

immagine

NAPOLI — Pulizie di primavera nel Vesuvio. Sono stati recuperati ieri mattina i 12 copertoni gettati nel vulcano campano più di 20 anni fa.

Nonostante si tratti di pattumiera, sembra che per una volta l’emergenza rifiuti non centri niente. Secondo Roberto Addeo, guida vulcanologica del Vesuvio, le gomme sarebbero state posizionate lungo i 600 metri di circonferenza del cratere nel 1980 per realizzare le riprese di un film.
 
L’idea era venuta a un regista cinematografico, che voleva incendiarli per riprendere l’immagine di cenere e lapilli di fuoco nell’aria. Ma il progetto non si era potuto concretizzare, perchè la notte precedente le riprese, qualcuno aveva buttato le gomme dentro al vulcano. E da allora erano rimaste lì.
 
Ieri mattina finalmente si è svolto l’intervento di pulitura. I soccorritori alpini della forestale dell’Aquila, le guide vulcanologiche e i volontari della Protezione civile si sono calati per 200 metri nel cratere (profondo 300 metri in tutto) e li hanno recuperati uno a uno.
 
Si è trattato di un’operazione altamente rischiosa. "C’è solo roccia, senti la precarietà del momento, il vulcano è esplosivo, sempre attivo" – lo ha detto Andrea Laganà, responsabile delle operazioni della protezione civile sui crepacci del Gran Sasso. "La lava è friabile, scivoli sui lapilli…Un’esperienza da non ripetere".
 
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close