• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Trovati morti gli alpinisti dispersi sulla Becca di Gay

Ricerche soccorso alpino (photo courtesy Ansa.it)
Ricerche soccorso alpino (photo courtesy Ansa.it)

(UPDATED 09/07/2013) LOCANA, Torino — Sono stati ritrovati morti i due alpinisti biellesi dispersi da domenica sulla Becca di Gay, montagna di 3621 metri nel Massiccio del Gran Paradiso. Secondo le prime confuse informazioni, i due si trovavano  in fondo a un crepaccio: è possibile che siano caduti anche a causa della scarsa visibilità dovuta alla nebbia.

Il ritrovamento dei due corpi è avvenuto questa mattina. Secondo la stampa locale le vittime sarebbero Walter Corniati, 61 anni e Maria Teresa Pieri, 57. I due erano partiti domenica dal rifugio Pontese, posto a 2217 metri sul versante piemontese della Becca di Gay. Nella salita con loro c’era un altro compagno, separatosi dalla coppia durante il percorso: l’uomo è andato in vetta mentre i due dovevano tornare indietro. Una volta ridisceso al rifugio però, il terzo alpinista ha constatato l’assenza dei due coniugi, e così ha dato l’allarme.

L’elicottero del 118 si era alzato in volo una prima volta nel pomeriggio di domenica, non appena scattato l’allarme. Le cattive condizioni meteo, la nebbia sulla montagna, lo avevano però costretto al rientro. Nuovi sopralluoghi si sono svolti ieri e infine questa mattina i corpi dei due alpinisti sono stati ritrovati.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.