Cronaca

Valsassina e Valtellina, 10 giorni alla riapertura della Statale 36

Strada Statale 36 (photo ExtremeDrew)
Strada Statale 36 (photo ExtremeDrew)

BELLANO, Lecco — E’ confermato per il 15 giugno il giorno di riapertura della Strada Statale 36, l’importante superstrada che collega la parte alta del lago di Lecco e tutta la provincia di Sondrio a Milano e alle altre province lombarde. La deadline è attesa con ansia dai villeggianti del fine settimana e soprattutto dagli operatori turistici e dalle aziende, i più pesantemente penalizzati dallo stato attuale della circolazione. Dall’11 maggio scorso infatti, il traffico è stato deviato sulla strada provinciale 72 del lungo lago nel tratto compreso tra Bellano e Colico in entrambe le direzioni, con notevoli ripercussioni sulla viabilità.

Il blocco della Statale 36 risale a quasi un mese fa, quando anomalie nel lungo tunnel del monte Piazzo avevano portato le autorità a decidere di chiudere la canna nord della superstrada. La chiusura di una direzione era però equivalsa alla chiusura totale, dal momento che anche la canna sud era chiusa da tempo per lavori di manutenzione. Dopo il primo weekend infernale, con maglia nera a sabato 11 maggio (la prima giornata di entrata in vigore dei provvedimenti), la circolazione è rimasta concentrata sulla strada provinciale 72, quella bassa che costeggia il lungo lago. I mezzi pesanti hanno tuttora l’obbligo di uscita ad Abbadia Lariana, mentre le auto possono proseguire fino a Bellano.

La situazione comunque dovrebbe migliorare a breve. Secondo quanto comunicato ieri dai tecnici Anas, non ci saranno ritardi sulla tabella di marcia prevista, e la canna sud della gallerie Monte Piazzo riaprirà il 15 giugno. “Il primo termine era fissato per il 30 giugno – ha dichiarato l’ingegner Matteo Castiglioni di Anas, secondo quanto riferisce il quotidiano Il Giorno  -, si è fatto tutto il possibile per arrivare a ridare al territorio la Superstrada prima e di fatto si aprirà il 15 con due settimane di anticipo. Poi con gli enti locali concorderemo una serie di chiusure notturne che sono indispensabili per realizzare alcuni interventi legati soprattutto agli impianti tecnologici”.

Per quanto concerne i lavori sulla canna nord invece, dovrebbero cominciare proprio in questi giorni per concludersi, secondo le previsioni, nel giugno 2014.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close