• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Salvaterra e il Cerro Torre in Brianza

immagine

SIRTORI, Lecco — Ermanno Salvaterra e il Cerro Torre. Storie di enigmi, misteri, e infinite polemiche, raccontate da uno dei diretti protagonisti. Un’altra, imperdibile, serata di grande alpinismo aspetta il pubblico lecchese (e non solo) allo Sport Specialist di Sirtori dopodomani, giovedì 15 marzo.

Salvaterra fu autore, nel 2005, della via "Arca dei venti", aperta nello stesso settore di parete affrontato dall’epica e tragica impresa di Cesare Maestri e Toni Egger del 1959. Una prima salita di cui Maestri è l’unico sopravvissuto e l’unico testimone, da sempre circondata da infinite discussioni e polemiche sul suo effettivo successo.
 
Nessuno, dal 1959, era mai riuscito a salire di nuovo la montagna lungo quell’itinerario. Salvaterra ce la fece. l’impresa valse la nomination per il Piolet d’or (poi rifiutata dall’alpinista), ma scatenò di nuovo il vespaio di polemiche, forse mai placato, intorno alla prima salita di Maestri.
 
Salvaterra, infatti, sostenne che Maestri di lì non era mai salito. E che la prima salita del "grido di pietra", considerato la montagna più bella della Patagonia, se non del mondo, sarebbe da attribuire ai Ragni di Lecco, saliti nel 1974 dalla Ovest.
 
Se questa storia vi ha incuriosito, appassionato, intrigato, ora avete la possibilità di parlare faccia a faccia con il protagonista. Di sentire la sua versione direttamente dalla sua voce, e non attraverso i media. Di vedere i filmati originali realizzati da Salvaterra nel corso di altre sue spedizioni.
 
Protagonista assoluta, di discorsi e immagini, sarà la montagna per eccellenza dell Patagonia: il Cerro Torre. quel Cerro Torre che Salvaterra ha scalato lungo quasi tutti i suoi versanti e che Giorgio Spreafico, noto giornalista di montagna, ha studiato e documentato meticolosamente nel volume "Enigma Cerro Torre", pubblicato di recente dalle edizioni Vivalda.
 
Il celebre scalatore trentino mostrerà agli spettatori, oltre alle immagini di "Arca dei Venti", quelle di “Cinque anni ad Paradisum” la via che affronta il Torre nel cuore della parete est, dell’interminabile “Infinito Sud”, uno splendido itinerario di oltre 1.350 metri sull’omonimo versante. Ma regalerà vive emozioni anche con i video di discese di sci estremo e impressionanti prestazioni nel chilometro lanciato.
 
L’appuntamento con Ermanno Salvaterra si inserisce all’interno del ciclo annuale di serate intitolato “A tu per tu con i grandi dello sport”, un’iniziativa fortemente voluta dal proprietario di DF Sport Specialist, Sergio Longoni, che, spiega egli stesso “non è solo un servizio in più offerto ai clienti, ma un doveroso contributo alla diffusione dei valori e della cultura dello sport”.
 
L’appuntamento è come sempre alle 20, presso il negozio di DF Sport Specialist di Sirtori, in provincia di Lecco.
 
Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.