News

La statua e un nuovo libro, domani Valtournenche ricorda Mike Bongiorno

"Sempre piu in alto. La montagna secondo Mike Bongiorno" (copertina Vivalda editori)
“Sempre piu in alto. La montagna secondo Mike Bongiorno” (copertina Vivalda editori)

VALTOURNENCHE, Aosta — Sarà una giornata dedicata a Mike Bongiorno quella di domani a Valtournenche, ai piedi del Cervino. Nella cittadina valdostana infatti, alle 17 le autorità inaugureranno la statua del celebre conduttore televisivo, mentre alle 17:45 verrà presentato il libro “Sempre più in alto. La montagna secondo Mike Bongiorno”: una raccolta di testimonianze non solo dei famigliari, ma anche di celebri personaggi della montagna, da Rolly Marchi a Mauro Corona a Gustav Thöni.

L’evento di domani è organizzato dall’Amministrazione di Valtournenche in collaborazione con la Biblioteca Comunale e la Fondazione Mike Bongiorno. L’inaugurazione della statua avverrà nella Piazzetta della Chiesa di Breuil Cervinia, mentre la presentazione del libro presso il Cinema des Guides Breuil Cervinia, dove verranno proiettati anche filmati inediti che riprendono il presentatore in montagna.

“Viaggiammo insieme, vidi grandi e alte montagne innevate, scene di bellezze naturali mozzafiato che mi sono rimaste impresse nella mente e nel cuore, e che probabilmente sono sempre andato ricercando nella mia vita. Forse è per questo che amo così tanto la montagna”. Con queste parole Bongiorno spiegava il suo profondo legame con le montagne, legame da cui nasce l’idea e il progetto del volume edito da Vivalda e presentato domani a Valtournenche.

“Sempre più in alto” raccoglie infatti ricordi e testimonianze di amici e collaboratori che condivisero con il presentatore televisivo avventure in montagna. Naturalmente in primis la moglie Daniela Zuccoli e i figli, che fin da bambini seguirono il padre sulle piste da sci. Ma poi anche altri nomi noti del panorama italiano dell’alta quota: da Lino Zani, che fu maestro di sci di papa Wojtyla, agli amici di Cervinia, Antonio Carrel, Ettore Bich, Marisa Garnero della Genzianella, Evelina Christillin e Gustav Thöni. A Rolly Marchi, Alessandra Comazzi e Mauro Corona è affidata la prefazione, mentre non mancano all’interno del libro contributi dei membri dello staff della “Ruota della fortuna”, Carolina Borella, Gino Bernini ed Enrico Jeva.

Dopo l’introduzione il libro prosegue con un lungo saggio del pubblicitario torinese Silvio Saffirio, che analizza la particolare abilità che aveva Bongiorno nel promuovere prodotti, luoghi e personaggi. Quindi seguono 9 capitoli della sua storia montana con numerose foto, molte delle quali inedite. Il volume è edito da Vivalda editore, primo volume della collana “Nuovi Cristalli”. Conta 192 pagine per un costo di 16,90 euro.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close