Arrampicata

Val Masino, Pedeferri sale “La valle dei sogni”

Simone Pedeferri (Photo courtesy www.ragnilecco.com)
Simone Pedeferri (Photo courtesy www.ragnilecco.com)

SAN MARTINO VALMASINO, Sondrio — Simone Pedeferri è riuscito nella prima ripetizione di “La valle dei Sogni” un tiro liberato poche settimane prima da Sergej Shaferov sul Sasso Minato, un satellite del più celebre Sasso di Remenno. Il Ragno di Lecco ha compiuto la salita alla fine del luglio scorso, dopo una serie di “allenamenti” di tutto rispetto sulle montagne di casa. Questo il racconto dell’alpinista.

“Ci sono dei momenti in cui l ‘amicizia ti porta a vivere delle situazioni molto intense – scrive Pedeferri sul sito dei Ragni di Lecco -. Quelle situazioni possono darti la carica per realizzare progetti inaspettati. Intanto il buon stato di forma ottenuto con la tracciatura del mello mi fa risolvere al secondo giro Dark moon, un 8b+ di Cevio mentre prima a val Brona avevo salito boulder line 8b+, una via dell’ amico Neno, erano anni che volevo salirla perché ricordavo quando Neno l’ aveva attrezzata e cominciata a provare, una linea per i tempi molto avanti che univa il boulder alla corda”.

E dopo il “rodaggio”, negli ultimi giorni di luglio è arrivata la ripetizione di “La valle dei Sogni”, al Sasso Minato.

“Poi al Remenno con Isma puliamo un suo progetto e mi da la possibilità di liberarlo – continua infatti Pedeferri -, un vero regalo da un amico. “La prua” è una delle più belle linee del sasso che si assesta sul  8b+, ma la cosa più bella che mi è capitata sono state le sicure a Sergei mentre tentava la “Valle dei sogni”, una via nata dall’unione di Mirò e Vibrazioni squilibrate. Sono anni che quel ragazzino bielorusso ormai diventato un grande scalatore mi stimola a migliorare, abbiamo condiviso giorni favolosi sulla roccia e duri allenamenti e quei ricordi fanno parte della mia memoria verticale che cerco insaziabilmente di alimentare. Il giorno in cui Sergei ha chiuso la via ero dalla parte opposta della corda, veramente felice di averlo tenuto su una via così dura come se lui fosse un pò anche il mio risultato ed ero super orgoglioso di quello che aveva fatto. Forse è stato questo momento a darmi la mentalità giusta per ripetere questa via, la felicità di Sergei sceso dalla “Valle dei sogni” è stata la motivazione che mi ha portato a ripeterla, il mio caro amico ha proposto 8c+ /9a per questa via!”

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close