News

Iceroad, l’autostrada dei diamanti

immagine

TORONTO, Canada — Un’autostrada di ghiaccio, larga 50 metri (quanto un’autostrada a 4 corsie), lunga quasi 600 chilometri,quasi tutta costruita sulla superficie di laghi ghiacciati. E’ l’eccezionale percorso inventato dai canadesi per collegare le minierie d’oro e diamanti dei Territori del Nord-Ovest.

Da Yellowknife alla miniera d’oro di Lupin, passando dalle miniere di diamanti di Diavik ed Ekati. Oltre 568 chilometri da percorrere su una lamina bianca. Attraversando laghi ghiacciati che si riformano di anno in anno.
 
La strada, praticabile solo d’inverno, viene aperta quando si forma uno strato di ghiaccio sufficiente a sostenere il peso dei Tir. Da queste parti la chiamano, non a caso, Iceroad. Quest’anno è stata aperta il 28 gennaio. Il caldo di questo inverno ha permesso al ghiaccio di raggiungere "solo" lo spessore di 68 centimetri, contro i 107 necessari per far transitare carichi maggiori.
 
Per percorrerla, i tir impiegano generalmente dalle 15 alle 19 ore, a velocità controllata per non danneggiare il ghiaccio. Un camion ogni due ore, è la cadenza stabilita per questo gennaio. Diventa un camion ogni venti minuti, a ghiaccio totalmente formato.
 
Trasportano di tutto. Carburante, esplosivi per le miniere,materiali di costruzione, cemento, viveri e quant’altro. Ma soprattutto, carichi di pietre preziose.  
 
Nel 2006, da queste parti passarono quasi 7000 carichi d’oro e diamanti. Potevano anche essere di più, ma una primavera inaspettata fece chiudere la strada in anticipo. Quest’anno si spera nell’arrivo del "grande freddo". Si fa per dire, visto che attualmente le temperature medie sono di 31 gradi sottozero.    
 
Tir che si muovono sul ghiaccio. Sembra una follia, ma il gioco "vale davvero la candela", statene certi. I giacimenti di diamanti di Diavik sono tra i più ricchi al mondo. Il tenore arriva fino a 4,6 carati per tonnellata di materiale, in media 3,2 carati/t.
 
Qui l’estrazione è iniziata nel gennaio 2003. Il filone scovato continuerà a fornire pietre preziose almeno per i prossimi 20 anni, dicono gli esperti. I geologi stimano che in quelle montagne siano contenuti quasi 100 milioni di carati di diamanti grezzi. Ovvero quasi 200 quintali di pietre preziose.
 
I diamanti si trovano in depositi vulcanici verticali, a forma di carota, vecchi di 55 milioni di anni. Questi camini attraversano rocce antiche come il mondo, risalenti a 2,7 miliardi di anni fa.
 
Sono 67 i camini a disposizione delle compagni di estrazione. Finora ne sono sfruttati solo quattro. Quando si dice una montagna d’oro…
 
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close