News

Rolly Marchi: gli incidenti sono fatalità

immagine

BERGAMO — “Ogni attività umana ha il suo aspetto negativo, lo sci non è più pericoloso oggi di quanto non lo fosse cinquant’anni fa”. E’ questa l’autorevole opinione di Rolly Marchi, giornalista e scrittore ma soprattutto sportivo di montagna, che nel campo dello sci rappresenta una delle opinioni più autorevoli a livello nazionale.

Marchi, 85 anni di vitalità e passione per la montagna, ha commentato, alle telecamere di Montagna.tv, l’evoluzione dello sci e la sua presunta pericolosità, regalando preziosi ricordi e interessanti spunti di riflessione.
Oltre a dedicare alla neve molti libri, racconti e articoli, Rolly Marchi è stato protagonista diretto
sul campo. Grande sciatore, ha inventato anche un numero esorbitante di manifestazioni sulla neve: la “3Tre”, il Trofeo Topolino, il Mediolanum Boys, sua la gara di sci per famiglie fino a tre generazioni sulla Paganella.
Il Trofeo Topolino, la competizione sciistica giovanile più celebre del mondo, è giunta oggi alla sua 46esima edizione e ha visto passare tra i suoi cancelletti, campioni del calibro di Alberto Tomba, Ingmar Stemmark, Gustav Thöni, Pierino Gross, Marc Girardelli.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close