News

Una nuova strada per il parco del K2

immagine

ASKOLE, Pakistan — Il Parco del K2 inizia a prender forma. Nei giorni scorsi é stata inaugurata la strada che collega il villaggio storico di Askole, che sorge sulla via che porta al K2, con il nuovo campsite che diventerà uno degli ingressi del Parco e ospiterà, tra le altre cose, strutture per l’accoglienza dei trekkinisti e per lo smaltimento dei rifiuti.

Si tratta dell’ennesimo successo conseguito da Karakorum Trust, il progetto di cooperazione tra Italia e Pakistan promosso dal Comitato Ev-K²-CNR che da un anno si occupa della tutela dell’ambiente e della cultura delle montagne del Karakorum. 
 
Tutta Askole si è riunita attorno al tricolore italiano, bandiera ormai ben nota fra le genti della Valle grazie alle iniziative di Karakorum Trust. L’evento, infatti, segna il coronamento di tutta una serie di attività condotte nella zona, fra le quali spiccano la sistemazione dell’impianto idrico del villaggio e il rilevamento planimetrico di tutte le unità abitative in vista di successivi interventi di recupero (clicca qui per leggere il reportage).
 
I lavori per la costruzione della strada, che ora è agibile a tutte le auto, sono terminati il 18 novembre. Avevano subito una battuta d’arresto a causa delle difficoltà legate al superamento della gola in cui scorre un affluente del Braldo e sopra la quale passa la strada.
 
Proprio da quel corso d’acqua partirà, la prossima primavera, la pipeline che fornirà l’acqua a tutta la piana, dove sorgerà un’area attrezzata  per l’accoglienza di spedizioni e trekking: la cosiddetta “Porta del Baltoro”, che in futuro sarà uno degli ingressi del parco del K2. Un’altra parte della piana sarà destinata al rimboschimento e a nuove coltivazioni delle popolazioni locali.
 
Per ora, lì sorge la piattaforma ecologica dove sono depositate le oltre tre tonnellate di rifiuti raccolti nei mesi scorso sul Ghiacciaio del Baltoro dalla “Baltoro Clean Up Expedition”, che attendono l’installazione di Earth per essere smaltite.
 

Askole, foto aerea scattata con i palloncini all’elio per il rilevamento planimetrico

La jeep con la bandiera italiana inaugura la strada percorrendola per prima

Un tratto della strada che collega Askole al campsite dove si supera una gola

La jeep ritratta dal pubblico

Un momento dell’inaugurazione

Il taglio del nastro

Un primo piano della jeep con il tricolore italiano

La piana del campsite e la piattaforma ecologica

E. Invernizzi e M. Locatelli, architetti del Politecnico di Milano
 
 
 
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close