News

Assessore muore schiacciato da una ruspa: Ice Master sospeso

La ruspa finita contro la parete
La ruspa finita contro la parete (foto courtesy Corriere delle Alpi)

TRENTO — Non ce l’ha fatta. E’ morto nella notte Dario Corradi, 48 anni, assessore comunale allo sport di Daone, in Trentino, rimasto vittima di un incidente domenica pomeriggio, durante l’allestimento dell’Ice Master, la celebra gara di arrampicata.

Stando alla ricostruzione, Corradi è stato schiacciato contro una parete da una pala meccanica. Corradi era membro del comitato organizzatore della celebre gara. Ieri si era recato all’impianto di Limes per verificare l’andamento dei lavori di allestimento della parete di gara. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, stava sistemando un pezzo di ghiaccio quando una ruspa, per errore, lo ha schiacciato contro la struttura.

Una tragica fatalità. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri il manovratore della ruspa non si sarebbe accorto della presenza del poveretto, fatalmente nascosto da un cumulo di neve.

Il ferito è stato portato subito in elicottero all’ospedale Santa Chiara di Trento. Sottoposto a un delicato intervento chirurgico, le sue condizioni nella notte si sono aggravate. Il poveretto è morto in mattinata.

La magistratura ha aperto un’inchiesta. La Daone Ice Master World Cup, gara di arrampicata su ghiaccio più famosa al mondo, in programma dal 14 al 16 gennaio è stata sospesa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close