• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Dopo 1000 anni, i monaci del Gran San Bernardo lasciano la Val d'Aosta

I monaci lasciano la Val d'Aosta
I monaci lasciano la Val d'Aosta

AOSTA — I monaci della storica Congregazione del Gran San Bernardo si ritirano dalla Val d’Aosta. Crisi delle vocazioni. Questa la motivazione addotta dalla congregazione, presente da 1000 anni nella regione.

I monaci gestiscono la casa di accoglienza “Chateau Verdun” di Saint-Oyen che sarà dismessa entro il 2012. Lo ha riferito il priore Jean-Marie Lovey a capo dell’istituzione religiosa che ha sede a Martigny, nel cantone svizzero del Valais, fondata nel 1050 da San Bernardo di Mentone.

Nella struttura valdostana dei canonici (che sarà comunque gestita da un altro soggetto di cui è in corso l’individuazione) venne accolta nel 2006 Vika, la bimba bielorussa tenuta nascosta per circa un mese dai coniugi genovesi Giusto, affidatari della minore, che volevano evitarne il rimpatrio.

Per la vicenda il responsabile del convento Francis Darbellay è stato condannato in appello per sottrazione di minore assieme alla famiglia affidataria. “La decisione di lasciare Chateau Verdun – ha precisato il priore Lovey – non ha nulla a che vedere con quei fatti, anzi l’aver accolto la bambina è considerato dalla nostra comunità come un bell’esempio della nostra secolare vocazione evangelica all’accoglienza che è rivolta a tutti, senza distinzioni”.

Attualmente i canonici del Gran San Bernardo sono 45. Il loro numero si è dimezzato nell’arco di 40 anni. Sono dislocati in nove comunità, di cui sette in Svizzera (anche al colle del Sempione), una in Italia e una a Taiwan.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Quando qualcosa che pensi debba durare per sempre non c’è più,siamo un pò più poveri e smarriti dentro perchè abbiamo meno Monaci ma non sappiamo cosa abbiamo di più e se è meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.