News

Accusa guida alpina, costretto a pagare 50mila euro

Le Pale di San Martino
Le Pale di San Martino

TRENTO — Aveva fatto causa a una guida alpina per essersi infortunato durante un corso di alpinismo. Ma il giudice gli ha dato torto costringedolo persino a pagare le spese legali.

E’ accaduto in Trentino. Un turista romano in vacanza nel 2003 nella zona del Primiero si era iscritto al corso regolarmente tenuto da una guida alpina. Durante una lezione, a cui partecipò insieme ad un amico, l’uomo cadde procurandosi diverse fratture. Attraverso il suo avvocato, il turista aveva chiesto un risarcimento superiore al mezzo milione di euro (551mila per la precisione) alla scuola di alpinismo.

Purtroppo per lui, il giudice gli ha dato torto. Secondo il magistrato infatti l’incidente è da attribuire alle manovre errate compiute dall’amico del turista. Per questo, il romano sarà costretto anche al pagamento delle spese legali che assommano a 50mila euro.

Articoli correlati

4 Commenti

  1. non conosco i particolari ma credo che,chi si iscrive a corsi del genere, debba sapere a cosa va incontro…poi, c’e’ l’arroganza di chi si crede che basti qualche giorno per acquisire quell’esperienza che in montagna si forma in anni e anni….magari prima si alleni un po’ sul Colosseo…….RISPETTO PER LA MONTAGNA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close