Ambiente

In Val Serina una cattedrale vegetale

Una cattedrale vegetale
Una cattedrale vegetale

BERGAMO — Uno spettacolo d’architettura naturale. E’ pronta sulle montagne bergamasche la cosiddetta “Cattedrale Vegetale”, una struttura completamente fatta di pali di abete, rami di castagno e nocciolo, piante di faggio realizzata in occasione dell’Anno internazionale delle biodiversità.

Secondo quanto riferisce la stampa locale la cattedrale sarà inaugurata il 4 settembre, dopo mesi di lavoro, nel comune di Oltre il Colle, in Val Serina, a 1345 metri di altitudine, all’avvio della salita per il Pizzo Arera.

La cattedrale è alta da 5 a 21 metri, lunga 28,5 e larga 24 metri e copre 650 metri quadrati di superficie. E’ stata costruita con 1.800 pali di abete, 600 rami di castagno, 6 mila metri di rami di nocciolo, uniti da legno flessibile,picchetti, chiodi e corde. Negli anni all’interno cresceranno 42 piante di faggio e la natura prenderà completamente il sopravvento.

L’ opera è stata voluta, nell’Anno Internazionale della Biodiversità, dal Parco delle Orobie Bergamasche, insieme ai Comuni di Oltre il Colle, Roncobello e Ardesio e con la partecipazione del Centro di Etica Ambientale di Bergamo. La Cattedrale Vegetale, è stata costruita al centro di una radura silenziosa circondata da una cortina naturale di alberi su un progetto dell’artista scomparso Giuliano Mauri.

Articoli correlati

4 Commenti

  1. 1800 pali di abete – 600 rami di castagno – 6000 metri di rami di nocciolo:
    cattedrale vegetale o il cimitero vegetale?????
    … a be ma poi nasceranno dentro ben 42 faggi!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close