News

Trentino: base jumper muore schiantandosi sulle rocce

base-jumper
Base jumper

DRO, Trento — Incidente mortale per una base-jumper statunitense di 25 anni. La tragedia è avvenuta ieri mattina sul monte Brento, la cima di 1545 metri nel territorio di Dro. Per cause ancora in corso di accertamento il suo paracadute si è chiuso durante il volo e la sfortunata si è schiantata contro la parete.

Intorno alle 9.30 la vittima si era lanciata vicino a Dro nella zona delle pareti zebrate, così chiamate per il doppio colore delle rocce. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri a circa due terzi del volo la vela del suo paracadute si è chiusa a causa di un’anomalia. La 25enne si è quindi schiantata contro le rocce ed è precipitata per un centinaio di metri in un canalone.

A lanciare l’allarme è stato il fidanzato della giovane che, non vedendola arrivare al luogo d’atterraggio, ha allertato i soccorsi. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine e un elisoccorso del 118 per individuare la ragazza. Il suo corpo è stato trovato sulle rocce del ”Becco dell’aquila”, ma i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

I carabinieri di Dro stanno ancora indagando sull’incidente. Per ora sembra che la base jumper non indossasse quella speciale tuta alare che magari avrebbe potuto salvarle la vita.

Il monte Brento è considerato dagli appassionati del volo estremo come la “grande parete” e in particolare le rocce del ”Becco dell’aquila” sono un mito nel base jump.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close