News

Recuperati tre alpinisti sul Piccolo Lagazuoi

Il Piccolo Lagazuoi
Il Piccolo Lagazuoi
(Photo spazio.libero.it/gipp1)

CORTINA D’AMPEZZO, Belluno — Avevano percorso la “Via dei proiettili” che sale al Piccolo Lagazuoi, ma poi la troppa neve ha impedito loro di individuare il percorso di discesa a valle. Sono stati recuperati giovedì mattina all’alba i tre ragazzi di 19 anni bloccati da mercoledì sera sulla vetta dolomitica.

I tre diciannovenni trentini sono saliti al Piccolo Lagazuoi attraverso la “Via del proiettile”, nelle vicinanze della funivia. Poi in fase di discesa sono rimasti bloccati dalla tanta neve ancora presente in quota e visto l’avvicinarsi del buio hanno deciso di bivaccare e aspettare l’alba del giorno dopo per riprendere il percorso verso valle.

Intorno alle 19.30 hanno comunque avvisato il 118 che li ha messi in comunicazione con il Soccorso alpino di Cortina d’Ampezzo. Rimasti in contatto telefonico, alle 4.30 si sono resi conto che non sarebbero stati in grado neanche di giorno di continuare la discesa da soli. Così alle 5 i soccorritori sono saliti a prenderli.

Gli uomini del Soccorso alpino li hanno raggiunti a quota 2500 metri, poi hanno attrezzato la via innevata con le corde. Infine li hanno accompagnati alla macchina, tutti a quanto pare in buone condizioni di salute. I soccorritori avvertono però cha al momento sul Lagazuoi sopra i 2.300 metri di altitudine, nei versanti esposti a nord, c’è ancora un abbondante carico di neve e le vie di rientro sono di difficile individuazione.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close