AlpinismoAlta quota

Colle Sud, soccorso e furti di bombole

Colle Sud dell'Everest
Colle Sud (photo blog.omy.sg)

KATHMANDU, Nepal — Furti di bombole e paura per una bufera che si è abbattuta ieri pomeriggio intorno a Colle Sud. Ieri è stata una giornata complicata per le spedizioni che si accavallavano nei tentativi di vetta sul versante Sud dell’Everest.

Il vento, salito a 80 chilometri l’ora, ha messo in difficoltà un drappello di alpinisti che stava scendendo dalla vetta. Pare che uno di loro sia stato salvato in extremis da Willie Benegas, guida argentina di 42 anni, che nel weekend ha salito l’Everest per la decima volta. Benegas ha condotto in cima un gruppo di connazionali con il fratello Damian, regalando alla sua patria il primo successo sull’Everest di una spedizione tutta argentina.

La notizia del soccorso è stata riferita da Explorersweb sulla base di un report di John O’Shaughnessy, responsabile media della spedizione canadese No Guts No Glory, i cui membri Rob Hill, Darrell Ainscough e John Furneaux sono rimasti a colle sud per 3 giorni in attesa di provare la cima.

Le difficoltà sono state aggravate da alcuni furti si bombole di ossigeno avvenuti a Colle Sud e segnalati da diverse spedizioni.

“Sono state rubate diverse bombole da squadre salite in cima nei giorni scorsi – ha detto O’Shaughnessy -. Quando Furneaux è arrivato al colle sabato, mancavno 6 delle nostre bombole e abbiamo saputo che anche le tende dell’Adventure Consultants e della Altitude Junkies sono state derubate”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close