News

Tav, feriti e contusi. I manifestanti conquistano il cantiere

8 dicembre 2005 – Si è conclusa per ora con feriti e contusi la battaglia della Val di Susa. Undici 11 carabinieri e 3 poliziotti feriti in modo lieve e due manifestanti portati al pronto soccorso: è questo il bilancio tafferugli avvenuti oggi a Venaus, durante la manifestazione contro la Tav.

 

Secondo quanto si è appreso da fonti dell’ Arma, i militari feriti sono tre ufficiali, un maresciallo e sette carabinieri. 

 

"Ci siamo ripresi il terreno che ci era stato usurpato" ha detto il sindaco di Venaus, Nilo Durbano, anche lui tra i manifestanti che hanno occupato l’ area del cantiere per l’ alta velocità.

 

Esponenti politici e sindacalisti hanno preso la parola salendo su un camioncino bianco dotato di altoparlante. Tra loro Antonio Ferrentino (presidente della Comunità Montana Bassa Valle Susa) e il segretario della Fiom torinese, Giorgio Airaudo.

 

"E’ la vittoria del movimento" ha detto Ferrentino, uno dei protagonisti in queste settimana delle manifestazioni di protesta."Grazie – ha aggiunto Airaudo rivolgendosi alla folla – per la lezione che state dando al Paese".

 

Verso le 17.15 i manifestanti si sono mossi verso Susa. Mentre stasera è prevista una fiaccolata nel paese di Venaus.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close