Cronaca

Irwin si è tolto l’aculeo dal petto prima di morire

immagine

SYDNEY, Australia — L’australiano Steve Irwin, morto ieri mattina per la puntura di una razza, è riuscito a togliersi l’aculeo velenoso dal petto, poco prima di morire. E’ stato rivelato dal suo manager John Stainton. E un video, girato dal cameraman impegnato con Irwin nell’ultimo documentario, mostra tutta la scena.

Lo chiamavano ‘Crocodile hunter’ – cacciatore di coccodrilli – per i suoi famosi documentari sugli animali più pericolosi del pianeta. Aveva esplorato le montagne di tutto il mondo, incontrando serpenti e "bestie" di ogni genere. Filmati e riprese sempre più pericolose lo avevano visto protagonista nel corso della sua carriera.
 
Ma l’ultima avventura ha segnato la fine della sua vita. Morto per la puntura di una razza, un video mostra i suoi ultimi momenti. "Steve se n’è andato in un minuto – ha detto il suo manager, John Stainton – giusto il tempo per strapparsi dal petto il barbiglio della razza".
 
Sono immagini sconvolgenti quelle analizzate dal medico legale che ha condotto l’autopsia a Irwin. E, anche grazie al video, ha potuto constatare che l’uomo è morto per l’aculeo velenoso dell’animale. Se fosse stato colpito in un altro punto del corpo, che non fosse il cuore, forse Irwin avrebbe potuto salvarsi. Dato che il veleno della razza non è mortale. Ma il destino dell’avventuroso "Crocodile hunter", che rischiava il tutto e per tutto, ha voluto così…
 
Greta Consoli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close