News

Terremoto: qui Askole, pericolo scampato

10 ottobre 2005 – La notizia, per fortuna buona in quel deserto di macerie, è appena arrivata in redazione. E porta la firma di Ashraf Aman, primo alpinista pakistano ad aver raggiunto il K2. Il terribile terremoto di sabato scorso ha risparmiato almeno le zone poverissime e abitate di Gilgit, Diamir, Skardu e Askole.  

  

terremotoLa zona sarebbe stata investita dall’onda sismica in maniera lieve. Non ci sarebbero vittime fra la popolazione. Nè danni a case e infrastrutture. Solo una serie di frane fra Gilgit e Chitral. Gli unici danni rilevanti sarebbero alle "grandi" infrastrutture viarie. "Confermo che ci sono seri danni alla Karakorum Highway" – dice l’alpinista e tecnico del Comitato Ev-k2-Cnr Giampietro Verza, che si trova nei dintorni di Askole". "La Karakorum highway è chiusa nel tratto fra Rawalpindi e Gilgit.

 

"Il terremoto da queste parti sì è sentito poco – prosegue Verza -, io che ero sulla stazione 200 metri fuori dal villaggio di Askole non me ne sono accorto. Se ne è accorto invece il mio cuoco che ha percepito una vibrazione scambiandola per un capogiro. Le montagne probabilmente hanno attutito il colpo".

 

Tutt’altra sorte invece è toccata alle province della frontiera nord-ovest del Paese (nella foto). Secondo notizie ancora da confermare l’università di Muzaffarabad, capitale del Kashmir, sarebbe andata completamente distrutta. E ci sarebbero un centinaio di studenti dispersi.  

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close