News

Merelli, Shisha e peripezie

21 settembre 2005 – Il sole, in Italia, non sembra voglia tornare a splendere. Ma nemmeno allo Shisha Pangma il tempo è dei migliori. E così, dopo aver allestito campo 2 a circa 6.700 metri d’altezza, la spedizione alpinistica che vede tra le sue fila gli ex "K2 2004" Mario Merelli, Silvio Mondinelli, Marco Confortola e Mario Panzeri, si regala qualche giorno di riposo.

 

"Siamo rientrati da poco al campo base" racconta il bergamasco Merelli, bruscamente svegliato dal compagno di tenda Panzeri per rispondere al satellitare. "Ci siamo subito infilati in tenda, siamo stanchissimi. Allestire i campi è sempre un lavoraccio, considerati i pesi che si devono trasportare in salita. Ma siamo molto soddisfatti del risultato".

Merelli e Panzeri hanno allestito il campo 2 a una quota poco inferiore a quella prevista, a causa di una bufera che imperversava più in alto. Ma a quanto pare, per gli alpinisti non si tratta di un problema: campo 3, ultima "area di sosta" prima della vetta, sarà posizionato non molto distante, a un’altezza di circa 7.200 metri.

 

panzeri campo2Come prevedibile, la spedizione allo Shisha Pangma si sta trasformando in alpinismo dalle mille sfaccettature. "Abbiamo sempre tenuto gli sci ai piedi" racconta ancora Merelli. "La discesa è stata una sciata davvero spettacolare: circa 1.100 metri di dislivello, con una neve perfetta. Abbiamo fatto faville! Devo ammettere un po’ di affanno nelle curve… Tra la stanchezza e la quota, ad ogni movimento veloce sembra che i polmoni vogliano saltare fuori dal petto. E’ stato meraviglioso".

 

Nel frattempo, al base, è cresciuta la compagnia. Sono arrivate altre spedizioni. Ma i convenevoli sono stati rimandati al giorno dopo: per oggi l’attività è stata sin troppo intensa.

 

Come ogni sera, per chiudere la giornata, Marco Confortola ha suonato il silenzio con la sua tromba. Un’abitudine che si porta dietro dal K2. "Stasera, veramente, l’abbiamo obbligato a suonare prima del solito perchè siamo andati a dormire presto. Stanco come sono, se mi avesse svegliato, la tromba gli sarebbe probabilmente finita in testa!" scherza Merelli.

 

Meglio chiudere, prima di finire male. Visto che stavolta l’abbiamo svegliato noi, invece della tromba…

 
Tocca però a Merelli chiosare con una domanda: "E’ vero che in Italia continuate a trovare un sacco di funghi? Perchè mio fratello scrive che ne trovano chili e chili, e non so se mi prende in giro. Invece io sono qui dove ci sono solo sassi e ghiaccio. E quando torno sarà già finita la stagione!".

Sara Sottocornola

 
Nella foto: Mario Panzeri si appresta a salire al Campo 2 (Foto M. Merelli)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close