News

Marche, dopo gli smottamenti il maltempo si sposta verso l’Appennino

19 settembre 2005 –  Si sta spostando verso l’interno, verso l’Appennino umbro marchigiano, l’ondata di maltempo che ieri ha investito la costa delle Marche.

 

ombrelloIntanto fra Ancona e Pesaro si fa la conta dei danni. Ieri è piovuto tutto il giorno con forti mareggiate e allagamenti. In località Villa Fastiggi, all’ altezza del fiume Foglia, in ventiquattro ore sono caduti 122 millimetri di pioggia. Questo il dato registrato dai pluviometri della Protezione civile. Fano è la cittadina più colpita. Decine gli scantinati, i negozi e i primi piani di abitazioni invasi dall’ acqua. I vigili del fuoco hanno lavorato per tutta la notte, e restano numerosi interventi da completare.

 

Stamattina il cielo è ancora nuvoloso. Le temperature in calo e le perturbazioni, pur meno intense, si sono spostate verso l’ interno. Nuove piogge sono previste fino a domani, soprattutto nel sud della regione.

 

Intanto, le forti piogge che hanno interessato il territorio di Pesaro hanno provocato pesanti conseguenze anche alla viabilità. Non è ancora transitabile la strada provinciale 139 ”Capoville-Fontecorniale Mombaroccese”, chiusa al chilometro  4,800 per una grossa frana che si è abbattuta sulla carreggiata. Lo smottamento coinvolge una vasta porzione del versante collinare.

 

I tecnici della Provincia sono intervenuti per liberare dei sottopassi allagati a Calcinelli e Schieppe d’Orciano, e per ripulire dai detriti la provinciale 45 tra Fenile e le Terme di Carignano, il Bivio della Sconfitta e la strada fra Candelora e Novilara. Pesanti le stime dei danni.  

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close