News

Funerale sul Nanga Parbat per Guenther Messner

22 agosto 2005Guenther Messner sarà sepolto sul Nanga Parbat, il colosso himalayano di 8.125 metri su cui morì tragicamente 35 anni fa durante una spedizione con il più noto fratello Reinhold.

 

Lo ha annunciato lo stesso Reinhold Messner che sta guidando una spedizione tedesca proprio in quell’area. E che conta di raggiungere il campo base del versante Diamir, dove si trovano i resti del fratello, entro la fine di agosto.

"Tre persone di quella valle – ha spiegato Messner al giornale tedesco Die Zeit – da un paio d’anni, su mio incarico, fanno regolarmente ricerche sul ghiacciaio. Sono state loro a dirmi del ritrovamento del corpo al momento del mio arrivo a Islamabad".

Nessun dubbio sull’identità della salma. Tutto coincide. Scarpe, abbigliamento, capelli e ossa sono quelli del fratello dell’alpinista. Il funerale si terrà a fine mese. Si chiuderà così uno dei gialli della storia dell’alpinismo, una vicenda durata ormai 35 anni e che ha segnato tra le polemiche la vita di Reinhold.

La morte di Guenther avvenne al momento della discesa dalla vetta della "montagna nuda", una delle cime piu’ difficili, che sulle sue pendici custodisce i corpi di numerosissimi scalatori morti mentre tentavano l’impresa.

Alcuni alpinisti accusarono Reinhold di avere abbandonato il fratello, ormai allo stremo delle forze, per poter comunque raggiungere la vetta. Messner ha sempre sostenuto la tesi della morte accidentale, provocata da una valanga.

Il Nanga Parbat è soprannominato "la montagna del destino". Micidiali gli improvvisi cambiamenti del tempo che in poche ore possono portare da una giornata di splendido sole a terribili tempeste di neve e ghiaccio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close