• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Valtellina, contro i seracchi arriva il laser

4 agosto 2005 – La tecnologia è di quelle da film. Per avere un’immagine precisa del ghiacciaio valtellinese del San Matteo e dei suoi spostamenti – seracchi  compresi – i ricercatori del Comitato Ev-K2-Cnr e dell’Università di Brescia stanno compiendo rilievi con un’apparecchiatura laser.

 

san matteo in 3dSi tratta di un sistema portatile che punta il suo raggio di luce contro la montagna, ne fa una scansione e ne disegna, con precisione millimetrica, l’immagine tridimensionale (nella foto accanto). 

 
L’apparato è stato testato due anni fa in Nepal. Il test, finanziato da Ev-K2-Cnr, è stato effettuato sul ghiacciaio Changri Nup, sul Lobuche Glacier, sullo sbarramento morenico del lago Imja Thco (un enorme invaso di 33 milioni di metri cubi che incombe sulla valle del Khumbu) e sulla seraccata che sovrasta la Piramide dell’Everest.  

 
Le ricerche condotte dal team di Giorgio Vassena hanno portato a una ricostruzione tridimensionale dei ghiacciai himalayani. Entro quest’anno sono previsti nuovi rilievi che consentiranno di osservare gli effettivi spostamenti delle masse di ghiaccio.   

 
“Questa metodologia consente di osservare le variazioni geomorfologiche, le dinamiche e le deformazioni dei ghiacciai

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.