Rifugi

Rifugio Franco Monzino

Il rifugio Franco Monzino (2590 m) è celebre per la storia dell’alpinismo ed è situato sul versante settentrionale dell’Aiguille de Châtelet, fra i ghiacciai di Frêney e di Brouillard e sotto i loro omonimi e poderosi piloni.

Acesso e vie

La moderna costruzione si raggiunge da La Visaille, in Val Veny, su sentiero, morena e infine lungo una via ferrata, che richiede adeguata attrezzatura (2 h e 30 min, EEA).

Il rifugio è un punto di appoggio per numerose ascensioni all’Aiguille Croux, e soprattutto per le importanti vie sul versante meridionale del Monte Bianco, per la Punta Innominata, per l’Aiguille Noire de Peutérey e per le Dames Anglaises. Dal Col des Chasseur si effettua la traversata al rifugio-bivacco Borelli, mentre passando dal Col de Frêney si possono raggiungere i bivacchi Crippa e Lampugnani-Grassi e il Craveri. Una nuova ferrata conduce sulla cima dell’Aiguille de Châtelet.

Storia e curiosità

Il rifugio Monzino è stato eretto nel 1965, e più volte ammodernato, in sostituzione della storica Capanna Gamba, risalente al 1912.

Informazioni

Proprietà: Società guide alpine Courmayeur
Contatti: Tel. 3384839094, 0165809553, 3339480629; www.rifugiomonzino.com
Periodo di apertura: da metà giugno a metà settembre
Numero posti: 55 (8 locale invernale)

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close