Rifugi

Cercasi rifugista nelle Alpi Cozie

Il Rifugio escursionistico Carbonetto, situato a quota 1874 metri in località Gias Cavera, nel Vallone dell’Arma di Demonte (CN) cerca nuovi gestori. Il bando di affidamento della struttura, nonché del terreno di proprietà comunale circostante è disponibile online sul sito del Comune di Demonte, con scadenza 24 marzo 2021.

Il Rifugio Carbonetto

Come si legge sul sito ufficiale del Rifugio, la struttura è situata sulla strada comunale che da Demonte conduce al colle di Valcavera, nel vallone dell’Arma, vallata laterale della Valle Stura. Il Rifugio è accessibile in auto su strada asfaltata e dispone di un piccolo parcheggio e raggiungibile anche dalla Valle Grana, attraverso il Colle di Fauniera e dalla Valle Maira, attraverso il Colle delle Esischie.

Ubicato ai piedi del gruppo del Viribianc, è anche dotato di un panoramico dehors che domina il basso Vallone dell’Arma e si affaccia sui Monti Savi e Salè. Dal lato naturalistico, la zona offre un’ampia biodiversità, sia dal punto di vista della flora (gigli, tulipani, stelle alpine, genzianelle, ecc..) che da quello della fauna (marmotte, cervi, stambecchi, camosci, aquile, ecc..).

La nuova struttura, completamente in legno, materiale caldo ed accogliente, ha una sala da pranzo che può accogliere una ventina di persone e tre camerette con letti a castello per un totale di 12 posti letto.

6 anni di gestione rinnovabili

Il canone annuo posto a base di gara è di 3000 euro. Su tale somma, che costituisce la base d’asta, va applicato il rilancio minimo di 250 euro.

La concessione delle strutture avrà la durata di 6 anni a decorrere dalla data di sottoscrizione del contratto. Le parti hanno la facoltà di recedere anticipatamente con preavviso di mesi sei, da formularsi mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. In caso di mancata disdetta inviata dal locatore almeno dodici mesi prima della scadenza, da comunicarsi a mezzo di lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, la locazione si rinnoverà per una volta e per uguale periodo.

Requisiti di partecipazione

Possono partecipare alla gara: imprenditori individuali, imprese (comprese le cooperative), associazioni temporanee d’impresa e associazioni operanti senza scopo di lucro con finalità di promozione dell’escursionismo, dell’educazione ambientale, di attività sportive e ricreative in contesto montano, purché, per norma statutaria, possano gestire direttamente la struttura e siano in possesso dei requisiti necessari per esercitare l’attività turistico-ricettiva ivi prevista.

Gli interessati dovranno, a pena d’esclusione, possedere i requisiti personali, morali e professionali previsti dalla normativa per la gestione dei rifugi alpini e dalla normativa per la somministrazione di alimenti e bevande. In caso di società o organismo collettivo, i requisiti morali devono essere posseduti da tutti i soggetti per i quali è previsto l’accertamento antimafia.

In particolare il gestore, l’eventuale rappresentante, nonché il personale addetto dovranno possedere i seguenti requisiti:

  1. maggiore età;
  2. sana e robusta costituzione fisica;
  3. assolvimento degli obblighi scolastici;
  4. possesso di patente di tipo B;
  5. che non figurino in corso procedure di fallimento, di concordato preventivo, di liquidazione coatta amministrativa, aperte in virtù di sentenze o di decreti nell’ultimo quinquennio anteriore alla data di presentazione dell’istanza a carico dell’impresa (per le imprese individuali), oppure di tutti i soci (per le società in nome collettivo), oppure dei soci accomandatari (per le società in accomandita semplice), oppure degli amministratori muniti di poteri di rappresentanza (per tutti gli altri tipi d’impresa);
  6. che non esistano sentenze di condanna esecutive, o procedimenti penali in corso, per il reato di cui all’art. 416 bis del Codice Penale, che comportino l’impossibilità di contrattare con la Pubblica Amministrazione, a carico dell’impresa (per le imprese individuali), oppure di tutti i soci (per le società in nome collettivo), oppure dei soci accomandatari (per le società in accomandita semplice), oppure degli amministratori muniti di poteri di rappresentanza (per tutti gli altri tipi d’impresa) e che, a carico dei medesimi soggetti, non è stato emesso alcuno dei provvedimenti di cui agli articoli 11 e 92 del T.U.L.P.S. approvato con R.D. n. 773/1931;
  7. essere in possesso di conoscenze ambientali della zona e del territorio di riferimento, delle vie di accesso al rifugio ed ai rifugi limitrofi;
  8. avere capacità di assistenza sanitaria in caso di primo soccorso, con riferimento anche alle specificità del soccorso in ambiente alpino.

Piano di gestione del Rifugio

Per partecipare alla gara, gli interessati dovranno presentare un piano di gestione,con l’impegno a realizzarlo con risorse proprie. Tale piano è finalizzato alla valorizzazione della struttura concessa in uso, al potenziamento dei servizi offerti ai visitatori dell’area montana e allo sviluppo di iniziative e attività di promozione del territorio, coordinate con il Comune di Demonte e con altri soggetti locali (Comuni limitrofi, Unione Montana della Valle Stura).

Criteri di selezione

Il nuovo gestore sarà decretato secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, valutata da apposita commissione giudicatrice, tenendo conto dei seguenti parametri:

  1. Esperienze maturate nella gestione di strutture ricettive e di ristorazione e nell’offerta di servizi turistici;
  2. Piano di gestione proposto per la valorizzazione della struttura;
  3. Offerta economica al rialzo.

Apertura stagionale e deroghe

Per il rifugio è prevista l’apertura stagionale estiva. Il periodo minimo di apertura richiesto va dal 1 giugno al 15 settembre. In tale periodo il gestore deve assicurare l’apertura presidiata del rifugio durante tutti i fine settimana, tutti i giorni festivi infrasettimanali, nonché durante l’intero mese di luglio, agosto ed i primi 15 giorni di settembre.

Ad ogni modo il gestore avrà facoltà di tenere aperto e presidiato il rifugio anche per un numero maggiore di giorni, anche in maniera continua, nel periodo di apertura stagionale. Previa comunicazione al Comune di Demonte sarà anche possibile aprire il rifugio, di propria iniziativa o su richiesta, durante il periodo di “chiusura stagionale”.

Regole per l’invio della domanda

Per partecipare alla gara gli interessati dovranno presentare apposita domanda. A pena di esclusione dalla gara, la domanda dovrà essere contenuta in plico chiuso e sigillato recante l’indicazione “ NON APRIRE – OFFERTA PER CONCESSIONE IN USO RIFUGIO “CARBONETTO” in COMUNE DI DEMONTE” e dovrà pervenire alla sede del Comune di Demonte – Via martiri e caduti n° 13 – 12014 DEMONTE – entro e non oltre le ore 12.00 del giorno mercoledì 24 marzo 2021.

Le offerte possono essere consegnate a mano o spedite per mezzo del servizio postale all’indirizzo sopraccitato e, comunque, a totale rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, non giungessero a destinazione in tempo utile.

Tags

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Canone 3000 euro l’anno? auguri! forse trovano gestori con 10 euro l’anno, meglio in comodato gratuito con clausole stringenti solo su pulizia e manutenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close