News

La montagna in aiuto ai disabili

immagine

ARCO, Trento — Nove ragazzi del Laboratorio Sociale di Arco hanno frequentato e portato a termine il corso di climbing therapy.  Il corso della durata di 10 lezioni è stato seguito dall’educatore e guida alpina Gino Malfer.

Abbiamo svolto il corso presso la palestra d’arrampicata delle scuole elementari di Arco, grazie alla sensibilità e disponibilità dell’associazione Arcoclimbing  e dell’assessore Miori che hanno concesso l’utilizzo gratuito della palestra d’arrampicata. Nonostante la brevità del corso abbiamo ottenuto dei buoni risultati.
La climbing therapy utilizza l’arrampicata e gli esercizi propedeutici per l’arrampicata come aiuto per la disabilità intellettiva.  L’arrampicata può diventare uno strumento terapeutico come aiuto per vari problemi di natura fisica e psicologica se utilizzata con programmi mirati e da persone specializzate. L’arrampicata è una disciplina che coinvolge tutte le parti del corpo,  che necessita di un affinamento della coordinazione motoria, dell’equilibrio, dell’orientamento spaziale, della multilateralità e aiuta la flessibilità articolare. L’arrampicata sollecita, tra le altre cose, una presa di responsabilità nei confronti delle proprie azioni e dei compagni: un prezioso strumento educativo, i cui contenuti possono essere trasferiti nella vita di tutti i giorni.
In altri paesi europei come la Francia e la Germania è utilizzata come mediatore educativo importante nell’intervento motorio compensativo con la disabilità intellettiva.

Educatore e guida alpina
Gino Malfer

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close