Turismo

Festival dei Piccoli Borghi. Un viaggio virtuale tra le bellezze d’Italia

Durante le settimane di quarantena abbiamo cercato di viaggiare grazie al cinema e alle tecnologie digitali, dai sentieri d’Italia alle vette più remote del Pianeta. Oggi mettetevi comodi perché si parte per un viaggio tra i borghi italiani. Nelle scorse settimane ha infatti preso il via, con grande coraggio nonostante l’emergenza in corso, la prima edizione del “Festival dei piccoli borghi d’Italia”. Una iniziativa nata “per far “viaggiare” tutti gli appassionati attraverso le bellezze dei piccoli Borghi d’Italia e far conoscere luoghi incontaminati, dal turismo lento, dove scoprire bellezze, sapori ed usi inconfondibili”.

20 documentari per 20 regioni

Venti borghi per venti regioni, raccontati attraverso venti fra i più affascinanti documentari della serie “Piccola Grande Italia” a cura della società produttrice BWEB, che è anche organizzatrice del Festival, in collaborazione con il CineClub De Sica.

I video sono stati caricati negli scorsi giorni, uno al giorno. Ora la collezione è completa e disponibile sul canale Youtube di PiccolaGrandeItalia.Tv. Proprio in queste ore si sta decretando il borgo vincitore di questa prima speciale edizione.

Scopriamo insieme tutti e venti i comuni in gara:

  • Rivisondoli – Abruzzo
  • Forenza – Basilicata
  • Cetraro – Calabria
  • Barano d’Ischia – Campania
  • Borgo di Vigoleno Vernasca – Emilia Romagna
  • Claut – Friuli Venezia Giulia
  • Rocca Sinibalda – Lazio
  • Ceriale – Liguria
  • Serina – Lombardia
  • Tolentino – Marche
  • Castel San Vincenzo – Molise
  • Lessona – Piemonte
  • Manfredonia – Puglia
  • Arzachena – Sardegna
  • Palma di Montechiaro – Sicilia
  • Monticiano – Toscana
  • San Martino in Badia – Trentino Alto Adige
  • Foligno –Umbria
  • Saint Vincent – Valle d’Aosta
  • Castelfranco Veneto – Veneto
Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Piccolo borghi ricchezza, sperperata dai piccoli comuni divora risorse..che non vogliono saperne di accorparsi, tutti con i loro impiegati e telelaser e vigili..sindaco, assessori..confini inverosimili dalle forme piu’ bizzarre.
    Oggi con interpretazioni a la carte o vaneggianti o personalizzate sui dettami isolamento, spostamenti ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close