Rifugi

Cadore. Il Rifugio “Eremo dei Romiti” cerca gestore

Il rifugio alpino “Eremo dei Romiti” di Monte Froppa, sulle Dolomiti del Cadore, cerca nuovi gestori. Il bando di gara è stato indetto negli scorsi giorni dal Comune di Domegge di Cadore (BL), ed è disponibile sul sito comunale.

Il bando prevede l’affidamento in locazione del rifugio con le relative pertinenze, per l’esercizio di attività di somministrazione di alimenti e bevande e attività ricettiva.

La scadenza per la presentazione delle domande da parte degli interessati all’Ufficio Protocollo del Comune di Domegge di Cadore, secondo le modalità riportate nel Bando, è fissata per l’11 marzo 2020 alle ore 12.00.

La struttura

Il Rifugio “Eremo dei Romiti” è collocato in località Romiti, a quota 1167 metri sul Monte Froppa, nel comune di Domegge di Cadore (BL). È dotato di 25 posti letto, 4 posti di emergenza su tavolato e non dispone di un ricovero di fortuna. I bagni sono dotati di docce (6) con acqua calda.

Il Rifugio è stato aperto poco più di 10 anni fa, il 3 ottobre 2009. È stato ricavato dal recupero, per iniziativa del Comune di Domegge, dei ruderi dell’unico “romitorio” documentato in Cadore. Eretto negli anni 1720 – 1721 su volontà di un frate di Domegge, superiore della comunità di terziari di San Francesco, fu soppresso in un primo momento dalla Repubblica di Venezia e poi definitivamente da Napoleone nel 1810. È oggi tappa del Cammino delle Dolomiti e destinazione particolarmente apprezzata dagli amanti delle escursioni invernali con le ciaspe.

Come raggiungerlo

È raggiungibile a piedi tramite un sentiero che parte da località Navare. O con fuoristrada, previa autorizzazione. In tal caso è necessario percorrere la strada Malauchie – Romiti che parte dalla strada comunale Vallesella – Lorenzago, sempre in località Navare. Il transito lungo tale strada è regolamentato dalla l.r. 14/92. Nelle stagioni autunnali e invernali, come specificato nel bando, in caso di abbondanti nevicate, potrebbe non essere possibile salire fino al rifugio in fuoristrada. In tali occasioni la struttura risulta raggiungibile soltanto con il gatto delle nevi o una motoslitta. Il nuovo gestore dovrà dunque ragionare sul dotarsi di tali mezzi e tenere aperto il rifugio anche in inverno.

Il Comune di Domegge non si assume infatti alcun obbligo di pulizia e sgombero della neve dalla strada di accesso al rifugio, a partire dall’incrocio con la strada comunale Vallesella Lorenzago, in località Navare.

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Ipotizzo che gara andra’ deserta.Forse offresi ad 1 euro simbolico.In altre zone un gestore si e’ trovato, poi non ha pagato le rate di affitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close