Turismo

Un concorso sulla Grande Traversata delle Alpi

La Regione Piemonte, in collaborazione con il CAI Piemonte e Enti Parco regionali e nazionali, promuove la prima edizione di “Sguardi sulla GTA Piemonte”, un concorso sulla Grande Traversata delle Alpi.

Ai partecipanti è richiesta una testimonianza artistica in forma di fotografia, video o storia grafica che racconti uno dei più suggestivi itinerari escursionistici d’Italia. Mille chilometri per 71 tappe lungo l’intero arco alpino piemontese, che il concorso si propone di valorizzare e promuovere a livello nazionale e internazionale. Ad essere premiati saranno i migliori sguardi sulla GTA, successivamente esposti in una mostra.

Il regolamento completo e la scheda di partecipazione sono reperibili sul sito www.ipla.org. Termine ultimo per l’invio dei contributi: 31 ottobre 2019

La Grande Traversata delle Alpi

La Grande Traversata delle Alpi (GTA) è un itinerario escursionistico ritenuto tra i trekking turistici alpini più emozionanti. Nasce su ispirazione dell’iniziativa francese chiamata “La Grande Traversee des Alpes” alla fine degli anni ’70, su iniziativa di un gruppo di appassionati. Un percorso valorizzato nel tempo grazie all’impegno di molteplici Comuni, delle Province di Torino e Cuneo, della Regione Piemonte e delle Comunità Montane, che attraversa tutte le vallate del Piemonte, percorrendole da Nord verso Sud, dal mare in direzione dei giganti alpini. Nulla vieta di percorrerlo in senso opposto, come avviene spesso soprattutto da parte di turisti stranieri.

I chilometri totali sono 1000, suddivisi in 71 tappe. La durata media di marcia di ciascuna è di circa 5/8 ore. Un percorso che si snoda attraverso sentieri, valichi e mulattiere. Tanti i servizi offerti lungo il cammino. Ogni sentiero, dotato di segnaletica, è caratterizzato dalla presenza di strutture ricettive in cui riposarsi e ricaricarsi.

Il periodo consigliato per percorrere la GTA è la stagione estiva, da luglio a settembre. In tali mesi la neve sui passi è ormai sparita e tutte le strutture sono aperte. Nel resto dell’anno è conveniente contattare le strutture prima di partire all’avventura.

Gli itinerari

La GTA si sviluppa lungo tutto l’arco alpino occidentale, dai monti di Domodossola fino alle Alpi liguri. Il percorso è marcato con un segno a tre bande Rosso-Bianco-Rosso con la scritta “gta” nel centro.

Gli itinerari sono suddivisi in Sud (Carnino – Rifugio Barbara Lowrie), Centro (Crissolo – Rifugio Coda) e Nord (Rifugio Coda – Molini di Calasca). In aggiunta è possibile intraprendere alcuni percorsi ad anello, come quello delle Valli Maira Varaita e Po o del Monviso. La lista completa degli itinerari è consultabile sul sito www.gtapiemonte.it.

Il percorso originale

Come anticipato, la Grande Traversata delle Alpi nasce per essere percorsa dal mare verso i monti, ovvero da Sud a Nord. Si parte da Viozene, in alta Valle Tanaro, per attraversare il massiccio del Marguareis, raggiungendo Limonetto in Valle Vermenagna.

Si prosegue poi per Entracque e la Valle Gesso e si risale il Monte Argentera per poi scendere alle Terme di Valdieri e a Sant’Anna di Vinadio. Dopo una salita in vetta si scende nuovamente nel Vallone di San Bernolfo fino ai Bagni di Vinadio, per proseguire verso la Valle Stura e Sambuco. Si attraversano poi la Valle Grana e il Colle Fauniera e la Valle Maira, fino a Celle di Macra. Qui ricomincia la salita verso Elva, per raggiungere il Colle della Bicocca in Valle Varaita. Superato il Colletto della Battagliola si giunge a Pontechianale. Passando per la frazione Castello si percorre poi un tratto del percorso del Giro di Viso, fino al Rifugio Quintino Sella al Monviso.

Dopo la discesa a Pian del Re e al Pian Melzè, si torna a salire verso il Colle della Gianna arrivando in Val Pellice al Rifugio Barbara Lowrie. Attraversato il Colle Barant si arriva al Rifugio Jervis nella Conca del Pra e si ridiscende a Villanova, passando poi in Valle Germanasca a Ghigo di Prali. Attraverso la Valle di Massello si arriva nel Vallone dell’Albergian. Da qui si torna a scendere, raggiungendo Usseaux in Val Chisone.

Nuova salita verso il gruppo del Monte Orsiera, con attraversamento del parco naturale Orsiera – Rocciavrè e arrivo in Valle di Susa. Si passa per Mompantero, passando sotto il Rocciamelone e si giunge nelle Valli di Lanzo. A quetso punto si segue la Stura di Viù fino a Usseglio e si risale a nord per arrivare a Balme, in Val d’Ala. Da qui si prosegue per la Val Grande, raggiungendo il Colle della Crocetta e approdando così in Valle dell’Orco. Attraversate le valli Soana e Chiusella il percorso giunge a Oropa e prosegue in direzione di Alagna Valsesia.

Passando ai piedi del Monte Rosa si raggiunge l’alta Valle Strona, penultima della GTA. Il termine del percorso è segnato a Molini Calasca, in Valle Anzasca.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close