• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Rifugi ed Alberghi

Bivacco Renzo e Sebastiano Sberna sull’Herbetet chiuso per inagibilità statica

Il bivacco Renzo e Sebastiano Sberna, situato a quota 3.414 m sul Col del Gran Neyron sull’Herbetet (3.778 m), nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, resterà chiuso a causa di inagibilità statica.

A comunicarlo è il CAI Firenze, sezione proprietaria della struttura che avviò la costruzione del bivacco nel 1950 per onorare il ricordo degli alpinisti fiorentini Renzo e Sebastiano Sberna. Come chiarito nel comunicato della sezione, “a causa della riduzione del ghiacciaio la struttura si trova ora con la base sul bordo degli sfasciumi, con rischio per la sicurezza dei frequentatori”.

Il ghiacciaio del Gran Neyron ha subito nel corso degli ultimi anni una significativa riduzione a causa dell’incremento delle temperature. Già qualche anno fa era stata notata la scomparsa del ghiaccio sul fianco nord del colle su cui è posizionato il bivacco, con conseguente trasformazione del pendio già ripido in una frana di sfasciumi di terra e rocce in continua erosione.

Nel corso dell’ultimo inverno le condizioni sono peggiorate al punto da portare la base della struttura a contatto con la zona di frana. Finora la presenza della neve ha arginato la situazione ma con lo sciogliersi del manto nevoso gli escursionisti potrebbero rischiare di trovarsi in pericolo in una struttura di fatto instabile.

La chiusura è prevista in via definitiva. È già al vaglio l’idea di una ricostruzione ex novo in un punto differente della medesima area. Nella zona la chiusura è al momento segnalata mediante cartelli.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.