News

Neve sulle Alpi. Nel weekend forte pericolo valanghe

La neve è finalmente arrivata sulle regioni alpine, stavolta anche sul versante italiano, e sta cadendo copiosa dalla notte di giovedì. Si prospetta un weekend caratterizzato da un pericolo di valanghe marcato o forte.

Sulle aree montane della Lombardia è previsto tra oggi e domani il passaggio da un grado 1-debole a 3-marcato su Orobie Occidentali, Prealpi Occidentali e Prealpi Bergamasche, da 2-moderato (Adamello, Orobie Centrali, Prealpi Bresciane) e 3-marcato ( Retiche Occidentali, Retiche Centrali, Retiche Orientali) a 4-forte, valori che si manterranno invariati anche nella giornata di domenica.

Anche in Trentino Alto Adige, su Dolomiti, Prealpi Venete e nel Tirolo austriaco, tra oggi e domani il rischio valanghe salirà da 3 a 4.

Livello 4 già raggiunto nella giornata di oggi sul versante francese del Monte Bianco e nelle aree nord occidentali di confine della Valle d’Aosta. Sul resto della regione autonoma il rischio è al momento di grado 3-marcato. Anche in questo caso i valori si manterranno invariati nella giornata di sabato, in graduale calo invece domenica.

Pericolo in generale aumento da moderato a marcato nel pomeriggio di oggi sul Piemonte, con peggioramento nel corso della giornata di sabato in cui sono previste potenziali valanghe di dimensioni grandi o localmente molto grandi soprattutto sui settori di Alpi Marittime e Liguri (pericolo forte, grado 4). Sui settori prealpini nord-occidentali, la scarsa presenza di neve al suolo preesistente e le moderate precipitazioni previste nelle prossime ore determineranno un aumento del grado di pericolo più contenuto (grado 2-3)

In Friuli Venezia Giulia sono previste forti piogge e nevicate nelle prossime 24/48 ore, che porteranno tra oggi e domani a un incremento del rischio valanghe da 2 a 4. Valore che si manterrà tale nella giornata di domenica per poi iniziare a calare lunedì. Il Soccorso Alpino e Speleologico regionale ha istituito in FVG un servizio permanente di guardia attiva in collaborazione con la Protezione Civile all’elibase di Tolmezzo. Un tecnico specializzato e specificamente addestrato per il soccorso il valanga in caso di emergenza sarà pronto a salire su un elicottero assieme ad un tecnico cinofilo.

Si consiglia pertanto di essere prudenti. Per maggiori informazioni, si invita a consultare i bollettini Aineva, il sito del servizio Meteomont e i siti Arpa regionali.

Nelle prime ore di oggi una valanga si è intanto distaccata sul tratto austriaco della statale del Brennero, tra le località di Schoenberg e Matrei, travolgendo una autovettura in transito Fortunatamente il guidatore è rimasto illeso.

 

Tags

Articoli correlati

5 Commenti

  1. Ma noi in valle d’Aosta siamo figli della ?? che non ci siamo neanche nelle vostre cartine? Mah… Forse avete ragione. La montagna più altra d’Europa con solo quasi 5000metri di altezza non é “all’altezza” di una pagina che si chiama montagna. Tv

    1. Buonasera Lucrezia, le cartine non le facciamo noi ma AINEVA in base ai bollettini aggiornati che vengono trasmessi giornalmente dalle Regioni.
      Non se la deve pertanto prendere con noi.

  2. Voi della Valle d’Aosta siete nella carta del pericolo valanghe di Aineva come tutti gli altri. Semplicemente e’ stata “catturata” l’immagine d’insieme nel momento in cui i vostri bollettini regionali non erano ancora stati pubblicati.

  3. Ho un dubbio: le cartine servono, anziche’ come invito alla prudenza ed all’attesa, ad incentivare ..per poi poter dire …sono un duro o anche..sono un sopravvissuto, o anche ho scatenato un bel daffare per il Soccorso..ergo sum!
    Il top e’ aver filmato la propria immersione nella valanga, l’emersione, il cane che ti individua ed immerge il muso nella nicchia dove stai .Poi appena a casa postare.
    Ma di tali filmetti in rete e’buono il primo, gli altri ormai sono solo noia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close