News

Dolomiti in miniatura: tutte le vette dolomitiche più suggestive a portata di mano

Un’attrazione nell’attrazione: riproduzioni in scala ridotta delle più belle vette dolomitiche, inserite direttamente nel paesaggio alpino. È questo il progetto “Il Sentiero delle Dolomiti in miniatura”, promosso dall’amministrazione di San Tomaso (LC) e patrocinato dalla Fondazione Dolomiti Unesco.

Le Tre Cime di Lavaredo, © Dolomites Rock Miniature

Le riproduzioni sono realizzate con roccia dolomia del Serla e saranno esposte lungo la strada che porta da San Tomaso Agordino a San Simon, in Forcella San Tomaso. Le sculture realizzate fino ad ora raffigurano: Pelmo, Tre Cime di Lavaredo, Civetta, Monte Antelao, Torri del Vajolet e Campanile di Val Montanaia. L’obiettivo è quello di ricreare tutti e nove i sistemi dolomitici Patrimonio Unesco, per un totale di una ventina di vette. Tutte le opere riporteranno una targa con informazioni a cura del Cai di Agordo: dalla montagna, ai suoi percorsi e rifugi, fino ai luoghi di interesse. Ogni riproduzione avrà inoltre un codice QR, che permetterà di accedere a informazioni e notizie aggiuntive sulla zona e gli eventi.

Ogni scultura è opera di un artista emergente sulla scena internazionale. Le ultime tre riproduzioni presentate, Monte Antelao, Torri del Vajolet e Campanile di Val Montanaia, sono rispettivamente creazioni di un’artista uruguayana, di uno trentino e di uno ecuadoregno. Il primo cittadino di San Tomaso Agordino, Moreno De Val, in occasione della presentazione di queste tre nuove opere ha descritto l’iniziativa come: “un modo per mostrare al mondo la bellezza delle montagne e per renderle visibili da vicino anche ai non scalatori“. 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close