• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, News

La Montagna dei Sette Colori a rischio

Montagna dei Sette Colori, Montagna Arcobaleno, ambiente© Vanilla Magazine

Il surreale panorama della Vinicunca (5.100 m), nella lingua indigena “Montagna dei Sette Colori”, si trova nelle Ande peruviane e fa parte della catena monutuosa Willkanuta. Nonostante sia protetto come patrimonio nazionale dell’umanità dal 2010, il sito sta subendo un rapido degrado a causa delle eccessive concessioni minerarie della zona e dei rifiuti lasciati dai turisti. L’azione dell’uomo sta mettendo a repentaglio questa bellezza naturale, come non hanno mancato di denunciare diverse ong.

Il rilievo è conosciuto anche come “Montagna Arcobaleno” ed è meta di migliaia di turisti ogni anno. A conferirle il suo peculiare aspetto sono gli strati di depositi di minerali nel terreno. L’attività turistica è gestita dalle comunità locali, tra le ultime società pastorali del mondo, e i visitatori pagano solo un piccolo pedaggio per l’ingresso. La montagna ha iniziato a mostrare appieno la sua bellezza solo pochi anni fa, quando le nevi che ricoprivano la zona si sono sciolte definitivamente, portando alla luce tutti i colori nascosti.

Ora però, questa bellezza naturale è messa a rischio dall’azione dell’uomo. Diverse compagnie hanno ricevuto lo scorso marzo il permesso di effettuare estrazioni minerarie nella zona. Il costante flusso di turisti venutosi a creare negli ultimi anni ha poi contribuito a compromettere l’area, portando con i suoi rifiuti al raggiungimento di un livello di contaminazione molto più elevato di quanto la zona sia attrezzata per gestire.

Sull’argomento si è espresso il presidente della repubblica del Perù Martín Vizcarra, che sui social ha affermato: “La Montagna dei Sette Colori, importante area di conservazione naturale, sarà preservata, è nostro dovere salvaguardare e proteggere una bella creazione della natura situata a Cusco, patrimonio culturale dell’umanità“.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Chi sara’ stato a divulgare…bellezza e presenza di minerali??
    Quando scoprite qualcosa di nuovo , sempre impresa piu’ ardua,SSSSSSTTTT!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.