• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, News

Si conlcude “17 Cimas”, il progetto alpinistico spagnolo per finanziare la ricerca sul cancro

Javier Campos, 17 Cimas, Ricerca sul cancro, beneficenza

Il 30 novembre scorso in Spagna è stata inaugurata Almeria, la nuova società avviata da Javier Campos, poliedrico docente e documentarista di origine spagnola, nonché esploratore multidisciplinare, specializzato in spedizioni solitarie su montagne e regioni polari. La società ha come scopo primario quello di sensibilizzare e raccogliere fondi per la ricerca sul cancro, e il primo passo che l’avventuriere spagnolo ha progettato per dare visibilità alla causa è stato quello di imbarcarsi in un’impresa di beneficenza alla conquista di tutte le 17 vette più alte della Spagna.

Campos non è affatto nuovo a sfide, tra i vari successi raggiunti nei suoi trent’anni di esperienza con la monagna, può vantare la prima attraversata assoluta del Great Himalaya Trail, un percorso di 1800 chilometri ai piedi dell’Everest, in inverno e in solitaria.

Javier Campos, 17 Cimas, Ricerca sul cancro, beneficenza
L’artwork del progetto, © Almeria

La spedizione è stata denominata “17 Cimas“, tante sono le cime che Campos ha conquistato in questi mesi per supportare Almeria. I fondi raccolti saranno interamente investiti nella ricerca oncologica. 

Javier Campos ha dichiarato durante la presentazione del progetto: “Il protagonista di tutto questo è il cancro, vogliamo solo contribuire nel modo che conosciamo meglio, scalando le montagne. Vogliamo aiutare le persone e le famiglie che soffrono di questa malattia, insieme vogliamo fare qualcosa di utile per aiutare chi chi ne ha bisogno, siamo persone che discutono di cose pazze per realizzare sogni, e questa volta la follia è ottenere denaro per la ricerca oncologica “.

Uno slancio decisivo per la fondazione della società è venuto dal fatto che l’anno scorso Campos ha dovuto abbandonare un progetto sull’Appalachian Trail, a causa di una malattia che ha causato la morte della madre nel giro di due mesi.

Javier Campos, 17 Cimas, Ricerca sul cancro, beneficenza
Javier Campos su una delle 17 cime, © Almeria

L’impresa ha preso il via a dicembre, con  una delle vette più emblematiche della Spagna, il picco di Mulhacén (3.482 m), a Granada, passando per cime care agli scalatori di casa come El Teide (Isole Canarie), Tabella dei Tre Re (Navarra), San Lorenzo (La Rioja), per concludersi mercoledì 16 maggio sul Torrecerredo, (2.648 m) situato nei famosi Picos de Europa.

A partecipare all’impresa, dedicando il loro tempo all’associazione e in alcuni casi scalando insieme a Javier Campos, sono stati alcuni tra i migliori alpinisti spagnoli, tra cui: Lolo Gonzalez, Ramon Portilla, Ferrán Latorre, Tente Lagunilla, Vanesa Ortega, Isma Santos, Juan Carlos Gonzalez, Fernando Garrido, Lucy Lopez, Natxo Orviz, Juanjo Sansebastian e Nahiana Barrena. Ognuna di queste persone ha contribuito con il suo tempo e la cooperazione in maniera del tutto altruistica, insieme nel tentativo di aumentare la consapevolezza della necessità di ottenere fondi e donazioni per la ricerca sul cancro.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.