News

Editoria, arriva il nuovo Alp

immagine

BERGAMO — Se eravate tra quelli che temevano la chiusura di Alp, potete pure tranquillizzarvi. Dopo alcuni mesi di stop e un editoriale di Linda Cottino che annunciava il termine della sua direzione, è stata smentita ogni incertezza sul futuro della celebre rivista dedicata al mondo verticale. La stessa casa editrice annuncia: Alp non chiude, ma si rinnova e accorpa tre periodici in uno, sotto la direzione di Giorgio Vivalda.

Gli appassionati di arrampicata, scialpinismo e alpinismo di alta quota, hanno temuto per giorni che la sospensione di Alp, annunciata sul sito dell’editore torinese, fosse preludio di una chiusura definitiva. La casa editrice infatti, parlava di rinnovamenti e chiedeva pazienza ai lettori nell’aspettare a sottoscrivere abbonamenti alle riviste fino a nuova comunicazione.

L’editoriale di Linda Cottino nell’ultimo numero di gennaio poi, annunciava il termine del suo viaggio alla direzione di ALP. "Avremmo voluto ampliare di più e meglio gli orizzonti dell’informazione sul web – scriveva l’ormai ex direttrice -, rispondere adeguatamente alle sfide della rete; ma questo è un cimento che lasciamo a chi verrà".

Ora finalmente, arriva la risposta ai dubbi. E’ stato nominato il nuovo comandante della nave di Alp. Un comunicato stampa inviato dalla stessa casa editrice infatti, informa che il direttore responsabile è ora l’editore in persona, Giorgio Vivalda, mentre direttore editoriale è Valter Giuliano, già tra i fondatori della rivista. Nel ruolo di consulente di marketing c’è invece Gianluigi Montresor.

Tra le maggiori novità c’è sicuramente il fatto che il magazine sarà "uno e trino". Dalle tre testate precedenti infatti, ALP+, Alp Speciali, RdM, si passa a un unico Alp (sottotitolo “La Rivista della Montagna"), con frequenza mensile anziché bimestrale.

Ciascun numero si focalizzerà su un argomento principe differente, dall’alpinismo, all’arrampicata, al bouldering, alla mountain-bike, al run o al freeski. Poi ci saranno approfondimenti sulle varie problematiche della montagna, e infine parallelamente, la Vivalda continuerà a pubblicare la collana di libri "I Licheni" e quella di dvd i "Capolavori del cinema di Montagna".

Una ristrutturazione quindi che parte dalle fondamenta, dovuta, come spiegano dalla stessa casa editrice, a una forte crisi del mercato della carta stampata. Il primo numero del nuovo Alp sarà disponibile da aprile.


Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close