News

E Copenhagen "sorvola" sulle montagne

immagine

Nel supervertice mondiale sul clima si è parlato molto di trattative fra paesi industrializzati e paesi emergenti. La politica è stata assoluta protagonista, ma a Copenhagen sono passati in sordina i ruoli della ricerca scientifica e, in particolare, delle montagne nei fenomeni di riscaldamento globale atto sul pianeta. Eppure studi molto articolati, compreso quello del climatologo della Nasa William Lau basato sui dati del progetto Share del Comitato EvK2Cnr, dicono che l’Himalaya e la fuliggine prodotta da milioni di stufe giocano un ruolo fondamentale nel cambiamento climatico in atto. Allo stesso modo l’Ipcc (organismo intergovernativo delle Nazioni Unite che si occupa del clima) ha sottolineato che per trovare soluzioni concrete serve un approccio scientifico al tema e nuovi dati che rendano efficaci i modelli previsionali. Necessarie quindi reti di monitoraggio globale come quella che gli scienziati italiani del Comitato EvK2Cnr hanno installato su 3 continenti. Si chiama Share e traccia il comportamento degli inquinanti nell’atmosfera. Sono queste le chiavi per contrastare realisticamente il cambiamento climatico.

MediaCenter di Montagna.TV

logo montagna.tvgoogle video

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close