News

Neve al centro-nord, anche a quote basse

immagine

BERGAMO — Nevica da ieri sera su circa 400 chilometri della rete autostradale italiana. I fiocchi bianchi sono scesi sull’Appennino centrale, in Abruzzo in tutta la zona dell’Aquila, in Emilia Romagna, Toscana e in diverse parti della pianura padana. Rallentata la circolazione anche se al momento non sarebbero stati rilevati particolare disagi. Le precipitazioni però, potrebbero continuare almeno fino a domani.

La situazione peggiore al momento sarebbe quella dell’Appennino centrale. A L’Aquila, a causa della neve, sono state chiuse tutte le scuole tramite un’ordinanza del Sindaco. Nei comuni a più alte quote già dalla mezzanotte di ieri molti veicoli avevano registrato difficoltà sulle strade di montagna. Migliore invece la situazione nel tratto autostradale che circonda il capoluogo.

Tanta neve anche in provincia di Grosseto nella zona del monte Amiata, posto sull’Appennino toscano tra la Maremma, la Val d’Orcia e la Val di Chiana. Al di sopra degli 800 metri nevica infatti da ieri pomeriggio. Circolazione difficile poi sui valichi appenninici come quello della Futa o della Consuma.

La neve è scesa a partire dalla scorsa notte sull’autostrada A1 Milano-Napoli, nel tratto tra Campegine e Rioveggio, sull’A13 Bologna-Padova, nel tratto tra il bivio con l’A14 e Boara, sull’A14 Bologna-Taranto nel tratto tra bivio A1 ed Imola. Poi ancora al centro sull’A24 Roma-L’Aquila nel tratto tra Carsoli e San Gabriele e sull’A25 Torano-Pescara, nel tratto tra Avezzano e Sulmona.

Un totale di 400 chilometri interessati dai fiocchi bianchi su cui però, secondo Autostrade per l’Italia, non ci sarebbero grossi disagi nonostante i rallentamenti, anche grazio all’azione di circa 250 mezzi spargisale e spazzaneve. In ogni caso sono consigliate le catene a bordo o gli pneumatici da neve.

E per le prossime ore la situazione non dovrebbe cambiare, almeno fino a martedì sera. Secondo le previsioni meteo infatti, le precipitazioni di neve in quota e in pianura dovrebbero continuare in Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna e Lombardia, dove questa mattina qualche rado fiocco bianco si è visto anche a Milano.

Sempre nella giornata di oggi sono previste nevicate a quote intorno ai 400-500 metri nelle Marche e alta Toscana. Le temperature dovrebbero diminuire nelle minime al nord, mentre dovrebbero rimanere stazionarie al centro. Al sud invece, la protezione civile ha diramato un’allerta per forte vento, temporali e mareggiate, con nevicate sui rilievi peninsulari intorno ai 1.000 metri.

Valentina d’Angella

Foto Neve all’Aquila – courtesy of La Repubblica – Il Centro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close