News

Invasione di cimici in Trentino

immagine

TRENTO — Il Trentino è infestato dalle cimici. Da alcune settimane gli insetti, maleodoranti ma fortunatamente innocui, hanno preso di mira case ed appartamenti in gran parte della regione. E gli esperti avvertono: evitate gli insetticidi, meglio le zanzariere.

Gli insetti in questione sono due: il "cimicione americano delle conifere", o Leptoglossus occidentalis, e la cimice dell’olmo – chiamata anche Arocatus melanocephalus. Secondo gli esperti dell’Istituto agrario di San Michele all’Adige, le due specie sarebbero proliferate notevolmente in Trentino negli ultimi tempi a causa del cambiamento climatico. Entrambe durante l’inverno, non si alimentano né si riproducono, sopravvivendo in uno stato di dormienza.

Quest’anno però avrebbero scelto le abitazioni trentine come dimora per svernare, con grande dispiacere degli abitanti della provincia dolomitica. Sebbene infatti, non siano in alcun modo pericolose, in quanto non pungono né sono portatrici di malattie, le cimici sono comunemente considerate un insetto molto fastidioso, dal caratteristico cattivo odore.

Per evitare quest’ultimo è senza dubbio importante evitare di schiacciarle o disturbarle nel tentativo di eliminarle. E allora i tecnici consigliano di usare l’aspirapolvere, piuttosto che altri rimedi.

Ai proprietari di case situate nei pressi di pinete o alberature di olmo suggeriscono l’utilizzo di zanzariere più che di insetticidi, poco efficaci con questo tipo di insetti. In ogni caso è utile provvedere a un migliore isolamento degli infissi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close